Simone Inzaghi svela un retroscena sul rinnovo di contratto già propostogli e dice la sua sul discusso rigore contro la Juventus.

Simone Inzaghi è quasi senza voce al termine di Juventus-Inter ma nonostante ciò riesce a dare qualche notizia nelle intervista post gara a DAZN. “Questa vittoria ci dà orgoglio ma non abbiamo fatto nulla. Futuro? Ho un contratto di due anni che la società mi ha chiesto di prolungare ma io ho chiesto di aspettare la fine: i contratti valgono quel che valgono, bisogna avere i risultati quotidiani. Siamo l’Inter, 7 mesi sono stati offuscati dagli ultimi pareggi: sento grande fiducia dalla società, dai giocatori e dalla curva”.

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu

Sono contento di quello che è stato fatto, abbiamo fatto talmente divertire che qualche critica a differenza di altri è venuta fuori. Dobbiamo accettarle capendo quali sono costruttive e quali costruite ad arte. Il rigore? C’era, era già gol sulla ribattuta: all’andata io ho lanciato la casacca e sono stato espulso, non ho detto niente, mi sono preso un pareggio zitto e ho pensato alla partita dopo. La Juventus ci ha messo poco in difficoltà: la loro traversa era un fallo netto, nel secondo tempo i miei giocatori hanno concesso poco ad una grandissima Juve“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 04-04-2022


Rabiot non ci sta: “L’arbitro ha deciso la gara”

Handanovic tra calo dell’Inter, Onana e rinnovo