La Juventus emette un comunicato ufficiale dove risponde alla comunicazione della Procura FIGC sul caso plusvalenze.

I bianconeri rispondono attraverso il sito ufficiale alla richiesta di riaprire da parte della Procura FIGC il caso plusvalenze già chiuso: “Juventus Football Club S.p.A. (“Juventus” o la “Società”) comunica di aver ricevuto questa sera, unitamente ad altre 8 società di calcio italiane e relativi soggetti apicali all’epoca dei fatti, dalla Procura Federale presso la F.I.G.C. una “impugnazione per revocazione parziale, ex art. 63, del C.G.S., della decisione della Corte Federale di Appello, Sezioni Unite, n. 0089/CFA-2021-2022 del 27 maggio 2022, divenuta definitiva”.

Aggiunge: “Con la decisione impugnata la Corte Federale di Appello aveva rigettato il reclamo proposto dalla Procura Federale avverso la decisione del Tribunale Federale Nazionale che, a sua volta, aveva prosciolto Juventus e gli altri soggetti deferiti per insussistenza di qualsiasi illecito disciplinare in ordine alla valutazione degli effetti di taluni trasferimenti dei diritti alle prestazioni di calciatori sui bilanci e alla contabilizzazione di plusvalenze.

Conclude così: “La Società potrà articolare le proprie difese nei termini previsti dal codice, confidando di poter ulteriormente dimostrare la correttezza del proprio operato, l’assenza di elementi nuovi sopravvenuti rilevanti per il giudizio rispetto alla decisione della Corte Federale di Appello e la carenza dei presupposti dell’impugnazione proposta.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

Juventus

ultimo aggiornamento: 22-12-2022


Spettacolo all’Etihad, il Manchester City batte il Liverpool 3-2

Lecce, Colombo: «Il prestito un’opportunità per crescere»