L’amministratore delegato dell’Inter svela un retroscena su Massimiliano Allegri risalente all’estate scorsa.

L’Inter contattò prima Allegri e poi virò su Simone Inzaghi dopo l’addio di Antonio Conte; lo ha rivelato Beppe Marotta a DAZN. “Un contatto con Allegri sì, devo dire la verità, è stato fatto. Anche perché non immaginavamo che ci fosse la disponibilità di Simone Inzaghi. Quindi Allegri l’abbiamo contattato perché in quel momento era libero e rappresentava sicuramente un profilo interessante. L’abbiamo chiamato non sapendo che era a cena (con Lotito per il rinnovo, ndr), però l’abbiamo chiamato in quel momento”.

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi

Simone chiaramente era un po’ imbarazzato. Gli abbiamo dato il tempo di concludere la cena e devo dire in questo caso la tempestività e l’intuizione da parte di Piero Ausilio e mia è stata quella che ci ha portato poi a prendere una decisione e a fargli sottoscrivere un accordo velocissimamente nel rispetto comunque di un dirigente, di un presidente come Lotito che sicuramente non l’ha inteso come sgarbo. Direi invece che quando un allenatore, un giocatore sta troppi anni in una squadra come nel caso di Simone Inzaghi, che è stato vent’anni come giocatore e allenatore, è giusto che poi provi un’esperienza diversa, un’esperienza di crescita“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 17-05-2022


Sarri: “Abbiamo superato grosse difficoltà e conquistato traguardo importante”

Allegri: “I video di Chiellini andrebbero mostrati a Coverciano”