Il dirigente dell’Inter, Beppe Marotta, commenta il ritorno dell’attaccante belga nella sua squadra ed i suoi cambiamenti nell’atteggiamento.

DAZN ha intervistato Beppe Marotta che ha iniziato parlando di Romelu Lukaku. “Il ritorno di Lukaku? Innanzitutto colgo l’occasione per ringraziare i miei collaboratori Piero Ausilio e Dario Baccin. Quella di Lukaku è una di quelle pagine belle del tanto vituperato mondo del calcio: un giocatore che ti ha lasciato, magari anche improvvisamente, che poi sente il bisogno di tornare tra gli amici, tra i luoghi, a indossare quella maglia gloriosa che lo ha portato a vincere uno scudetto”.

Beppe Marotta

Abbiamo avuto la fortuna di trovare quelle situazioni che portano a una coincidenza di fattori che hanno fatto sì che questo ritorno si potesse concretizzare. Una cosa molto bella. Se l’ho ritrovato diverso? Molto, ancora più leader di prima, molto motivato. Ieri ho visto l’allenamento, nel corso del quale ha perso una partitella ed era molto arrabbiato: questo significa un grande attaccamento verso il suo lavoro. Sono molto contento che possa far parte del nostro gruppo“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 23-07-2022


Inter, Marotta: “Direi una stagione aggressiva”

Bonucci: “De Ligt? Serviva più rispetto, ha detto cose poco carine in nazionale”