L’ex difensore Marco Materazzi spiega perché secondo lui l’Italia doveva essere qualificata di diritto al Mondiale.

La Gazzetta dello Sport ha intervistato Marco Materazzi sul momento della nazionale italiana. “E’ scandaloso che l’Italia, in quanto campione d’Europa, non sia ammessa in automatico, con un invito, al Mondiale. Bisogna fare una distinzione fra la normativa in quanto tale e le regole dette del buon senso. Se guardiamo alle “leggi”, non ci siamo qualificati e stop. Poi si possono aprire cento parentesi”.

Roberto Mancini
Roberto Mancini

Ad esempio: una vittoria della Champions, che garantisce la Champions successiva, vale più di una vittoria dell’Europeo che non assicura il Mondiale? E la vittoria dell’Europa League che apre le porte per la Champions? Ma per restare in tema, il campionato europeo è un torneo enorme, oggettivamente lo giocano le migliori squadre del mondo, a parte Brasile e Argentina. E vincerlo è un’impresa, lo vince una squadra che è sicuramente molto forte. Quindi è per questo che parlo di buon senso: garantire ai migliori d’Europa di poter dimostrare anche al Mondiale di aver meritato quel titolo ha una logica. Che è calcistica, quasi emozionale. Non parlo di una regola fatta ad hoc per l’Italia, ovviamente: una regola che doveva esserci già, come nel calcio ce ne sono altre simili. Anche se è chiaro che Baggio ha parlato così per coinvolgimento, direi quasi per amore visto quanto è stato legato a quella maglia. Solo in una cosa non sono d’accordo con lui“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 05-06-2022


Ecco chi è Wilfried Gnonto

Juventus, Pellegrini: “Ci sono molte più pressioni, c’è poco tempo”