Domani si gioca Italia-Argentina e Lionel Messi avverte sull’importanza della partita che non definisce amichevole.

Tyc Sports ha intervistato Lionel Messi che ha raccontato anche le difficoltà che sta trovando a Parigi. “Sarà una partita ufficiale, ci sarà in palio una coppa e vogliamo vincerla come vorranno vincerla anche loro. E’ una bella prova anche per noi. Sono i campioni d’Europa, si fossero qualificati per i Mondiali sarebbero stati i favoriti. Sono stati sfortunati, potevano qualificarsi già nel girone quando hanno avuto la possibilità di vincere la partita prima dei play-off e alla fine, per episodi, sono rimasti fuori dal Mondiale”.

Nazionale italiana
Nazionale italiana

Sicuramente l’Italia sarebbe stata una delle candidate alla vittoria, nessuno l’avrebbe voluta incrociare al sorteggio e per tutti questi motivi sarà un bel test per noi, per continuare a crescere, a migliorare e arrivare al top alla prima partita del Mondiale. Benzema? Non penso ci siano dubbi sul fatto che debba vincere lui il Pallone d’Oro. Il prossimo anno sarà diverso, sono già preparato per quello che verrà, conosco il club, la città, sono un po’ più a mio agio con lo spogliatoio e i miei compagni di squadra e so che sarà diverso. L’addio al Barcellona è stato qualcosa che non avrei mai immaginato. E’ stata dura, un anno difficile perché ambientarsi non è stato semplice. Dopo una vita passata nello stesso posto, non è facile alla mia età trasferirsi. A Barcellona avevo tutto, ho vissuto più a Barcellona che in Argentina. E le cose stavano andando molto bene. La verità è che non avevo intenzione di cambiare nulla“. 

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 31-05-2022


Neymar: “Il PSG non si è adattato al gioco di Messi, io resto”

Il Milan sta per cambiare proprietà, la conferma di Scaroni