C’è grande attesa per il big match della decima giornata di Serie A, nel quale si affronteranno Napoli e Roma. Quello di domani alle ore 15 sarà il terzo confronto tra queste due squadre con i rispettivi allenatori in panchina giocato in casa degli azzurri. L’anno passato al San Paolo la formazione di Benitez ha vinto due volte su due, avendo la meglio sia in campionato che nella semifinale di ritorno di Coppa Italia. Quest’anno la stagione non è iniziata alla stessa maniera per i partenopei, anche se nell’ultimo periodo sembrano aver iniziato ad ingranare nonostante qualche problema difensivo di troppo.

Rudi Garcia non ha fatto grande uso della diplomazia nella conferenza stampa della vigilia, parlando apertamente dei pregi e, soprattutto, dei difetti degli avversari. La Roma cercherà di aggredire gli azzurri per sfruttare a suo vantaggio le difficoltà del reparto arretrato del Napoli:

“Trasferta difficile. Restiamo concentrati sul campo, Andiamo con ambizione per cercare il risultato. Poi sappiamo anche che non sarà una partita come le altre: facciamo in modo che sia un momento di sport, passione, amicizia e serenità. Facciamo in modo che al San Paolo ci siano rispetto reciproco e lealtà. Sul campo sappiamo che andiamo ad affrontare una squadra con qualità: davanti sanno far male, dietro hanno mostrato qualche difficoltà. Farà molto l’aspetto fisico, visto che arriviamo dal turno infrasettimanale. Dobbiamo essere pronti ad approfittare delle loro difficoltà. Se ci saranno. Non cambieremo il nostro atteggiamento, andremo al San Paolo con ambizione per fare una bella partita ma soprattutto tornare con un risultato positivo. Una partita non è mai prevedibile. Ripeto, sappiamo che hanno qualità offensiva, lo dimostrano i numeri, ma anche che hanno difficoltà in difesa. Poi c’è l’aspetto fisico: quando due squadre come noi giocano ogni tre giorni c’è sempre un punto interrogativo su questo piano. Abbiamo solo tre giorni dall’ultima partita e non sappiamo chi starà meglio.”

Dalla sala stampa di Castel Volturno Benitez ha “risposto” al suo collega, addossando parte dei problemi difensivi ad un pizzico di sfortuna di troppo negli episodi chiave delle partite:

“Io ho allenato squadre con buona difesa e buon attacco. Facciamo qualche errore che oggi paghiamo. Subiamo pochi tiri ma subiamo gol, la percentuale è alta. E’ un passo avanti ma dobbiamo lavorare di più, facciamo la fase difensiva con tutta la squadra ma dobbiamo continuare a lavorare per difendere meglio con tutta la squadra”

Rudi Garcia ha parlato anche della situazione nel suo spogliatoio che, a suo dire, avrebbe superato lo shock della pesante sconfitta contro il Bayern Monaco. A ricaricare l’ambiente traumatizzato ci avrebbe pensato la Juventus battuta dal Genoa mercoledì scorso con un gol nell’ultimo minuto di recupero:

“Dopo la partita col Bayern sembrava che lo spogliatoio avesse il morale sotto terra. Adesso sembra che siamo sopra le nuvole dopo la sconfitta della Juve. Ma non è vero niente. Manteniamo la calma. Abbiamo un atteggiamento misurato e per dare tuTto in campo per vincere. Finché i giocatori lo faranno sfrutteremo la qualità del gruppo. Stanno bene insieme e può essere un vantaggio importantissimo. Un gruppo unito è la base per fare bene”.

Anche l’obiettivo di Benitez è ovviamente quello di vincere e per questo spera di rivedere domani pomeriggio il Napoli dello scorso campionato, capace sempre di giocare grandi partite nei big match:

“Lo scorso anno contro le squadre forti abbiamo giocato a livelli altissimi. Con le piccole non è andato bene il risultato ma il gioco c’è stato. Dobbiamo avere fiducia perché possiamo vincere contro tutti”

Bocche cucite per entrambi gli allenatori per quello che riguarda le formazioni. Come accade sempre prima di un big match gli allenatori hanno dribblato le domande sul loro 11 titolare che resterà segreto fino ad un’oretta dal fischio d’inizio.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Napoli Rafa Benitez Roma Rudi Garcia serie-a-20142015

ultimo aggiornamento: 31-10-2014


Calciomercato Milan: la sorpresa in avanti si chiama Babacar

Pronostico Napoli – Roma | 1 novembre: consigli per scommettere