Il club inglese risponde formalmente alle sanzioni del governo contro il suo presidente.

“In virtù della sua proprietà al 100% del Chesea FC e delle sue entità affiliate, il Chelsea FC sarebbe normalmente soggetto allo stesso regime sanzionatorio di Roman Abramovich. Tuttavia, il governo del Regno Unito ha rilasciato una licenza generale che consente al Chelsea di continuare alcune attività. Giocheremo le partite delle squadre maschili e femminili, ora rispettivamente contro Norwich e West Ham, poi intendiamo avviare discussioni col governo del Regno Unito in merito alla portata della licenza”. Un comunicato molto duro, che mette persino in dubbio il regolare svolgimento della stagione dei Blues.

Pallone Champions League

“Ciò includerà la richiesta di autorizzazione per la modifica della licenza al fine di consentire al Club di operare nel modo più normale possibile. Cercheremo inoltre indicazioni dal governo del Regno Unito sull’impatto di queste misure sulla Chelsea Foundation e sul suo importante lavoro nelle nostre comunità. Il Club darà nuovi aggiornamenti quando riterrà opportuno farlo”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

slider

ultimo aggiornamento: 10-03-2022


Simone Inzaghi e l’Inter insieme fino al 2024

Juve, senti Chiellini: “Scudetto? Bisogna essere realisti”