L’opinionista Mario Sconcerti cerca di dare una spiegazione alle ultime scelte di mercato della Juventus.

Su Calciomercato.com Mario Sconcerti ha analizzato l’uscita di Paulo Dybala e il probabile ingresso di Angel Di Maria. “Di Maria anche per un solo anno è un bell’acquisto. L’ingaggio è alto, 7 milioni netti, così ci si chiede perché quella cifra sia stata negata a Dybala. Sono giocatori diversi. Di Maria nella sua lunga storia ha ottenuto il massimo. E’ stato sempre tra i migliori esterni del mondo. Dybala è uno splendido giocatore che, mentre l’età avanza, non è riuscito a lasciare ancora una traccia sicura della sua differenza”.

La si vede, si tocca, ma appare e scompare con la sua condizione. In sostanza la Juve ha scelto il rendimento certo di Di Maria, a quello meno certo di Dybala. Un vecchio slogan del mercato che sento da almeno cinquant’anni è che non vanno mai presi i giocatori scartati dalla Juve. Se la Juve li lascia, vuol dire che è convinta di averli spremuti abbastanza. E’ ancora una buona idea, anche se, come tutti gli slogan, racconta solo una parte della verità. Ma la Juve è anche la squadra che meglio conosce le possibilità fisiche di Dybala, lo ha avuto e curato per otto anni. Aveva tutti i dati possibili per capire cosa stava lasciando. Se ha preferito Di Maria e rilanciato niente per Dybala, devo pensare siano stati quei dati a consigliare la strada“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 30-06-2022


Lukaku: “Non vedo l’ora di lavorare con Inzaghi”

Morata e Juventus ai saluti