Sulle pagine del Corriere della Sera, Sconcerti parla dell’Inter e di quello che ha fatto Simone Inzaghi nella gestione.

Ecco le parole di Mario Sconcerti sul Corriere della Sera che discute dell’Inter e soprattutto di Simone Inzaghi: “Cambiare due giocatori dopo mezzora è un record secolare, dà un pessimo messaggio alla squadra perché le conferma la fragilità intrinseca e spinge ogni giocatore a un freno fisico che non può esistere dopo 30 minuti. È un riassunto forse lapidario, ma reale dei problemi di un’Inter che in trasferta non sa stare in campo ed è guidata con un’elettricità confusa, senza riscontri sul campo.

Formazione Inter amichevole

Conclude così Sconcerti: “In questo momento l’Inter fuori non ha un gioco, non contrasta né ha un regista che la faccia ragionare. Brozovic è sfinito. Questa fragilità rende inopportuna anche la difesa, a Udine sommersa dall’onda lunga dei centrocampisti avversari. Il risultato è una non squadra, una crisi reale che ha bisogno di una guida molto più sicura perché la squadra si è persa.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Inter

ultimo aggiornamento: 19-09-2022


Criscitiello: «Agnelli dopo Conte e Marotta ha sbagliato qualsiasi cosa»

Serie B, il Perugia esonera Castori: in arrivo Baldini