Finora non aveva convinto, ancora di più per un curriculum che prometteva un altro genere di prestazioni. Ieri, in Cremonese-Monza, Gianluca Caprari ha finalmente dato mostra di quel che sapere fare e nel 2-3 a favore dei brianzoli ha messo a segno una doppietta.

Si è meritato il 7 in pagella da La Gazzetta dello Sport: «Rientra sulla trequarti, è discusso ma trova gol e concretezza: quinta doppietta in Serie A».
Cosa dicono i numeri circa la sua prestazione? Caprari è andato alla conclusione 4 volte: un rigore ben eseguito, un’altra rete, due tiri che non hanno centrato il bersaglio.

Tutto è avvenuto in area di rigore, dove l’attaccante ha toccato il 10% dei suoi palloni, una percentuale non banale tenendo conto della presenza al centro di Petagna. Il grosso del lavoro Caprari lo ha fatto sulla fascia sinistra, il 39% del suo gioco è stato in quella zona. E complessivamente il suo attivismo è stato notevole, con 59 palloni toccati: 1 su 4 lo ha visto interagire con Carlos Augusto, che ha limitato la sua spinta proprio perché in avanti ha trovato un partner estremamente dinamico. Un forte limite della sua prestazione sono stati i dribbling: ne ha tentati 6 e solo 1 gli è riuscito, molto distante dalla porta, appena dopo la linea di metà campo.

L’articolo STATS – Cremonese-Monza, la rinascita di Caprari proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 15-01-2023


Barillà: “La Juventus non sfugge, tutti i nodi vengono al pettine”

Sacchi: «Spalletti? Ora faccio il tifo per lui, ho anche gridato gol sul 2-0 di Kvara contro la Juve»