Intervistato da Tuttosport in occasione della premiazione per il Golden Boy Best President, ha detto la sua sulla Superlega

Intervistato da Tuttosport in occasione della premiazione per il Golden Boy Best President, ha detto la sua sulla Superlega:

«È una domanda che potrebbe richiedere una lunga risposta. Ma proverò a semplificare il concetto: negli ultimi vent’anni è arrivata una nuova generazione e il mondo è cambiato, tutto è cambiato nelle nostre vite, il calcio quindi non può non adeguarsi. Il calcio è l’unico sport veramente universale e globale, non possiamo permettere che altri sport che sono più organizzati e orientati al cambiamento e alla modernità possano sfruttare questo per togliere al calcio questa situazione di privilegio. Sto lavorando, come i miei predecessori e quelli ancora prima, per adeguarmi ai tempi che vivo: non possiamo consentire che i giovani amino sempre di meno il calcio perché le partite che offriamo sono meno attraenti e coinvolgenti. Non possiamo permetterlo, dobbiamo riflettere tutti insieme e dare ai giovani, che rappresentano il futuro, anche del calcio, quello che loro si aspettano da noi. Stiamo lavorando a questo e lotterò con tutta la mia forza perché il calcio non perda la sua posizione di privilegio e perché continui a essere il re degli sport in tutti i continenti»

The post Superlega, Perez: «Lotto per cambiare il calcio» appeared first on Milan News 24.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

feed feed milan

ultimo aggiornamento: 09-11-2022


Parma, Krause: «Sogniamo in grande, tra stadio e l’academy»

Volpato: «Australia Non voglio prendere decisioni affrettate»