Il centrocampista del Milan, Sandro Tonali, ha rilasciato un’intervista al quotidiano La Repubblica. Ecco le sue dichiarazioni: “Mi mancava l’1% che mi faceva stare dentro il gruppo. Lui mi ha martellato sul lavoro, glielo devo riconoscere, avevo passato un anno difficile e abbiamo fatto come se non ci fosse stato. Tenere duro non è solo una mia caratteristica, è una dote necessaria nel calcio. Senza determinazione, senza voglia di riscatto, non puoi sfondare”.

Coppa Italia. Milan-Inter. La fotogallery del 12 gennaio 2021

Tonali ha parlato anche dell’emozione provata quando si è ritrovato in squadra con Ibrahimovic: “Fortissima: in un attimo passi da tifoso a compagno, due cose completamente diverse. Devi saperle gestire e scindere, all’inizio resti a bocca aperta e rischi di deconcentrarti. Ci sono riuscito dopo il primo mese”.

Una considerazione anche sui prossimi impegni contro Juventus e Inter: “Dentro ogni partita ce n’è sempre un’altra, si è visto lunedì. Con la Juve sarà diversa: la sconfitta con lo Spezia non cambia il nostro approccio, fatto di forza e lucidità. Anche se non lo vogliamo dire, sappiamo che le prossime sono due partite fondamentali”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 21-01-2022


Romagnoli in scadenza: la Juventus osserva interessata

Il Tottenham vuole Kessie a gennaio