Javier Zanetti, ex capitano dell’Inter, ha voluto ricordare Sinisa Mihajlovic ai tempi in nerazzurro a La Gazzetta dello Sport

Javier Zanetti, ex capitano dell’Inter, ha voluto ricordare Sinisa Mihajlovic ai tempi in nerazzurro a La Gazzetta dello Sport. Le sue dichiarazioni:

«Molto generoso. Gli piaceva fare gruppo, sapeva scherzare ed era sempre molto positivo. Ricordo la gioia quando vincemmo una Coppa Italia grazie a un suo calcio di punizione. Sia da compagno sia da allenatore è stato una persona vera. Ha sempre mostrato grande personalità e carattere. Un uomo leale. Avere gente così nello spogliatoio alzava il livello del gruppo. Per vincere servono persone come Sinisa, che veniva sempre fuori nei momenti di difficoltà».

EREDITA’ – «Ne lascia tante. Una riguarda il modo in cui vivere lo sport, con grinta, lealtà, rispetto delle regole, ambizione. Poi il suo modo di affrontare la vita, il suo coraggio, la generosità. È stato così bravo da farci credere di poter vincere questa battaglia. E ci siamo cascati tutti».

SFIDE RECOBA – «Quando venne a giocare all’Inter, faceva delle grandi sfide ad Appiano Gentile con Recoba e poi con Veron».

L’articolo Zanetti: «Mihajlovic lascia tante eredità. Che sfide con Recoba nelle punizioni» proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 17-12-2022


Udogie: «Da piccolo tifavo Milan. Spero nella chiamata di Mancini»

Comi: «Fu Boskov a portare Mihajlovic in Italia»