Clamoroso in Nigeria: partita finisce 79-0

La Federazione apre subito un’inchiesta e sospende 4 squadre

La Federcalcio nigeriana ha avviato un’inchiesta su alcune partite del campionato amatoriale arrivando a sospendere ben quattro squadre. A destare particolare scandalo, sono state due gare, una conclusasi con il punteggio di 67-0 e l’altra 79-0. “Numeri che fanno girare la testa” direbbe un noto attore comico italiano, per una media di un gol ogni 40 secondo di gioco, contro ogni legge della fisica, oltre che dello sport. Secondo le prime ipotesi, i punteggi “gonfiati,” sarebbero serviti ad alcune squadre delle serie minori, per salire di categoria assicurandosi una differenza reti difficilmente pareggiabile. In attesa che la macchina della giustizia sportiva si metta in moto, dunque, il presidente della federcalcio della Nigeria ha sospeso le quattro squadre coinvolte in punteggi da basket.

In queste ore, tutti gli organi sportivi si stanno muovendo per fare luce su una vicenda che sarà trattata con la massima severità, come ha già anticipato, sconvolto, Mohammed Sanasi, direttore delle competizioni della Nigerian Football Federation.  “I club, i loro giocatori e funzionari, gli ufficiali di gara e chiunque abbia rivestito un ruolo in questa storia spregevole sarà trattato con severità”, ha dichiarato Sanasi ai media locali

Lo scandalo, per ora ristretto a quattro club, potrebbe allargarsi ad alte partite e compagini nel corso delle indagini: “Uno scandalo di proporzioni enormi e inaccettabili”, ha ribadito il presidente del Nigerian Football Federation (NFF), Mike Umeh. Come riportano i tabellini ufficiali delle terne arbitrali, il Plateau United Feeders ha segnato contro l’Akurba 72 delle 79 reti totali nel secondo tempo, mentre i Police Machine sono andati a segno 61 volte (sulle 67 reti totali) contro il Babayaro FC il dopo il primo tempo.

Proprio nel giorno in cui Stefano Palazzi emette pesanti deferimenti nei confronti di 11 tra tesserati e club coinvolti nel filone di Cremona del calcioscommesse, lo scandalo assume proporzioni mondiali giungendo anche in Africa. Intanto, secondo i dati resi pubblici di recente dall’Ufficio di Polizia Europea, nel Vecchio Continente sono fin qui 380 gli incontri truccati con ben 425 persone coinvolte, tra calciatori, dirigenti, arbitri e organizzazioni criminali di 15 diversi Paesi.