Calcioscommesse | L'avvocato di Mauri: "Puntiamo ad un'assoluzione piena"

Il processo sportivo sportivo sul filone del Calcioscommesse riguardante le due partite del maggio 2011 Lazio-Genoa e Lecce-Lazio, è previsto per il 24 e 25 luglio, ma le date sono ancora da confermare. Sono implicati otto tesserati per illecito sportivo (Stefano Mauri, Omar Milanetto, Mario Cassano, Carlo Gervasoni, Alessandro Zamperini, Massimiliano Benassi, Stefano Ferrario e Antonio Rosati), oltre alle tre società per responsabilità oggettiva. Oggi ha parlato ai microfoni di Radio Sei Matteo Melandri, uno dei legali di Stefano Mauri. L'avvocato è sorpreso del fatto che per la partita con i liguri, tra tutti i giocatori in campo, siano stati rinviati a giudizio soltanto il biancoceleste e Omar Milanetto:

"Non mi sono sorpreso del deferimento, ormai sono noti i contenuti di quest'indagine che va avanti da due anni. La doppia contestazione per illecito sportivo era prevedibile. Mi ha sorpreso solo trovare Mauri e Milanetto come unici due artefici di un complotto che ha portato alla combine di Lazio-Genoa. Attendiamo di vedere gli atti d'accusa. Prove nuove? Non mi sembra e poi ci sono gli interrogatori di Gegic che vanno a favore di Mauri. La Procura federale ha acquisito questa relazione dello Sco che attendo di leggere. Comunque Stefnao è sereno e sente fortemente l’appoggio ed il calore dei tifosi. D’altronde si aspettava il deferimento e la cosa che più lo preoccupa è la possibilità che la sua carriera venga rovinata definitivamente dall’esito del procedimento."

L’avvocato Melandri anticipa la richiesta di una pena elevata da parte della Procura. E' quasi una "prassi" dell'accusa, ma i legali di Mauri sono ottimisti. Il processo dovrebbe concludersi entro la fine di ottobre. Non è quindi esclusa una partenza ad handicap in classifica per Lazio e Genoa, in caso di responsabilità oggettiva confermata durante il processo, e una squalifica per i calciatori che non potranno prender parte ai primi mesi della stagione calcistica:

“La Procura chiederà sanzioni elevate a carico della Lazio. Ricordo che i primi due gradi di giudizio sono interni alla F.I.G.C. mentre l’unico organo esterno è il Tnas che fa parte del Coni. Noi puntiamo ad un’assoluzione piena già in primo grado avendo i documenti e le prove che attestano l’innocenza di Mauri. Il processo dovrebbe comunque concludersi entro ottobre.”

  • shares
  • Mail