Torino-Milan 2-2 | Serie A| Risultato finale: gol di D'Ambrosio, Cerci, Muntari e poi Balotelli su rigore

Torino - Milan, anticipo della terza giornata di Serie A, si è concluso con un pareggio.

20:22 - Tra pochi minuti va in scena il match tra Torino e Milan. I granata non vogliono deludere il proprio pubblico, mentre i rossoneri vogliono approfittare del pareggio tra Inter e Juve per avvicinarsi a due delle avversarie più forti.

Torino - Milan in diretta | Formazioni ufficiali


19:56

- Ecco le formazioni ufficiali di Torino e Milan che tra tre quarti d'ora scenderanno in campo allo Stadio Olimpico del capoluogo piemontese:

TORINO (3-5-2): 30 Padelli; 25 Glik, 5 Bovo, 24 Moretti; 36 Darmian, 33 Brighi, 20 Vives, 7 El Kaddouri, 3 D'Ambrosio; 11 Cerci, 9 Immobile

MILAN (4-3-1-2): 32 Abbiati; 81 Zaccardo, 5 Mexes, 17 Zapata, 28 Emanuelson; 18 Montolivo, 34 De Jong, 4 Muntari; 22 Kakà; 45 Balotelli, 7 Robinho

Non ci sono sorprese, sono le squadre che avevamo previsto alla vigilia.

Torino - Milan, come vederla in tv e streaming


Torino - Milan

sarà trasmessa in diretta tv su Sky Calcio 1 HD e su Premium Calcio 2. Gli abbonati a Sky potranno seguire il match con la telecronaca di Maurizio Compagnoni e il commento di Antonio Di Gennaro, più gli interventi da bordo campo di Marco Nosotti, Peppe Di Stefano e Luca Tommasini.

Gli abbonati a Mediaset Premium, invece, lo potranno seguire con la telecronaca di Pierluigi Pardo e il commento fenico di Sebino Nela con gli interventi di Claudio Raimondi da bordocampo, oppure possono scegliere la telecronaca del tifoso Carlo Pellegatti.

In streaming gli abbonati a Sky potranno vedere la partita tramite SkyGo, gli abbonati Mediaset Premium su Premium Play.

I precedenti di Milan e Torino con l'arbitro Davide Massa

L'arbitro di Torino - Milan di stasera è Davide Massa, della sezione C.A.N. di Imperia. Sia i granata sia i rossoneri hanno una buona tradizione con questo direttore di gara, non hanno infatti mai perso. Massa ha già diretto nove volte il Toro che con lui ha ottenuto sette vittorie e due pareggi, mentre il Milan è stato arbitrato solo due volte e in entrambi i casi ha vinto.

Torino - Milan, le ultime sulle formazioni


A poche ore da Torino - Milan ci sono sempre più certezze sulle formazioni che scenderanno in campo. I padroni di casa faranno quasi certamente a meno di Rodriguez in difesa, perché ieri si è dedicato solo a cure per il ginocchio dopo la botta rimediata durante una partitella nei giorni scorsi. In attacco, invece, Giampiero Ventura vuole puntare tutto su Ciro Immobile, il 23enne proveniente dal Genoa che non segna dal 22 dicembre 2012 (il suo gol valse il pareggio dei rossoblù contro l'Inter a San Siro).

Il Milan è una bestia nera per i granata che non battono i rossoneri da ben 12 anni. L'ultima vittoria del Toro risale infatti al 4 novembre 2001, ma Ventura non si fa spaventare dai numeri e alla vigilia del match ha detto che la sua squadra sta lavorando per crescere e che se pensasse di essere solo una vittima sacrificale non scenderebbe neanche in campo. Invece stasera allo Stadio Olimpico i granata ci saranno con il modulo che ormai hanno adottato da mesi, il 3-5-2 utilizzato per la prima volta nella scorsa stagione proprio contro il Milan. Davanti, con Immobile, ci sarà Cerci, anche se non è ancora al massimo dopo i problemi muscolari a causa dei quali è dovuto stare in panchina in nazionale.

Il Milan oggi spera di essere trascinato alla vittoria dall'entusiasmo di Kakà 2.0. Il brasiliano vive un nuovo esordio infinitamente diverso dal primo, quello del 1° settembre 2003 contro l'Ancona, quando in panchina c'era Ancelotti e in campo con la fascia di capitano c'era Paolo Maldini. Di quel Milan che vinse 2-0 con doppietta di Shevchenko, non è rimasto nulla, solo Abbiati, che però allora era in panchina. Dieci anni fa il 21enne Kakà giocò da titolare e oggi il 31enne Kakà è di nuovo nell'undici iniziale, pronto al riscatto dopo quattro anni a Madrid. Ricomincia con alle spalle 193 partite e 70 gol in Serie A, 96 reti in totale in rossonero. Vuole arrivare a 100 al più presto, ma soprattutto vuole capire se Kakà 2.0 è all'altezza di quello di dieci anni fa.

Torino - Milan, diretta sabato 14 settembre 2013 ore 20:45


Dopo la pausa che ha lasciato spazio alle nazionali, la Serie A torna con una giornata davvero interessante e ricca di temi. Oltre al derby d'Italia tra Inter e Juve, il campionato italiano vive, in uno degli anticipi, un lieto ritorno, quello di Ricardo Kakà. Il brasiliano è certamente il più atteso oggi in campo per la trasferta del Milan a Torino.

I rossoneri non vogliono commettere altri passi falsi dopo la brutta figura della prima giornata a Verona, ma lontano da San Siro non è facile confermare la buona prova offerta invece contro il Cagliari. Tra gli autori dei gol del match contro la squadra sarda c'erano Balotelli, Mexes e Robinho, i primi due sicuramente in campo anche oggi, il terzo, tra i più felici per il ritorno al Milan del suo connazionale Kakà, è in ballottaggio con Matri, ma dovrebbe spuntarla.

In difesa scelte praticamente obbligate per Allegri, che in settimana ha dovuto momentaneamente salutare anche Matias Silvestre che si è operato in artroscopia al menisco del ginocchio destro. Davanti ad Abbiati dovrebbero dunque esserci Emanuelson, Zapata, Mexes e Zaccardo. Proprio su quest'ultimo l'allenatore rossonero ha detto che è stata una fortuna che non sia stato venduto altrimenti avrebbe dovuto arretrare un centrocampista. In effetti Galliani ha provato ad appioppare Zaccardo a destra e a manca, ma ha comunque cercato di scambiarlo con un altro giocatore destinato alla difesa, quindi anche se fosse partito Allegri avrebbe avuto un altro difensore.

A centrocampo capitan Montolivo sarà affiancato da Muntari e De Jong, mentre davanti avrà proprio Kakà, che probabilmente nello spogliatoio gli ruberà pian piano il posto (per ora il brasiliano è "vice-capitano"). Allegri ha detto che anche se non è al massimo della condizione il numero 22 può scendere in campo da titolare. Davanti Balotelli non si discute, ma al suo fianco c'è ancora qualche dubbio su chi ci potrà essere contro i granata: come anticipato Robinho sembra favorito su Matri, ma nelle prossime ore sapremo sicuramente qualcosa di più. Di certo non ci sarà El Sharaawy, anche se era stato inserito tra i convocati: una lesione muscolare al bicipite femorale destro lo tiene fermo ed è in dubbio anche per la partita di Champions League contro il Celtic.

Per quanto riguarda il Toro, Giampiero Ventura deve quasi certamente rinunciare a Guillermo Rodriguez in difesa, perché ha rimediato una contusione al ginocchio durante uno scontro di gioco nel corso di una particella. Al suo posto probabilmente sarà schierato Cesare Bovo. Darmian e Moretti completeranno il trio davanti a Padelli, mentre il folto centrocampo granata vedrà D'Ambrosio, Vives, Basha, Pasquale e Matteo Brighi, autore del primo gol in questo campionato del Torino, nella partita d'esordio contro il Sassuolo (vinta 2-0 con raddoppio di Cerci), che è però stato a riposo forzato contro l'Atalanta (partita in trasferta che il Toro ha perso 2-0). In attacco Cerci e Immobile cercheranno di bucare la difesa rossonera.

Il Toro ha intenzione di alzare l'intensità di gioco contro i ragazzi di Allegri, come ha ammesso alla vigilia del match lo stesso Brighi, che da sempre è un tifoso del Milan, squadra in cui però non ha mai giocato e contro la quale non ha mai segnato (23 in totale i suoi gol in Serie A). Anzi, gli ha anche portato sfortuna, visto che il peggior infortunio della sua vita, la frattura del perone destro, lo ha rimediato proprio contro i rossoneri l'8 maggio del 2011.

Torino - Milan, 14 settembre 2013: probabili formazioni

TORINO (3-5-2): 30 Padelli; 25 Glik, 5 Bovo, 24 Moretti; 36 Darmian, 33 Brighi, 20 Vives, 7 El Kaddouri, 3 D'Ambrosio; 11 Cerci, 9 Immobile

Panchina: 23 L. Gomis, 32 Berni, 2 Rodriguez, 26 Pasquale, 19 Maksimovic, 29 Scaglia, 4 Basha, 63 Bellomo, 8 Farnerud, 16 Larrondo, 69 Meggiorini

Allenatore: Giampiero Ventura

MILAN (4-3-1-2): 32 Abbiati; 81 Zaccardo, 5 Mexes, 17 Zapata, 28 Emanuelson; 18 Montolivo, 34 De Jong, 4 Muntari; 22 Kakà; 45 Balotelli, 7 Robinho

Panchina: 1 Amelia, 35 Coppola, 21 Constant, 33 Vergara, 14 Birsa, 24 Cristante, 23 Nocerino, 16 Poli, 9 Matri

Allenatore: Massimiliano Allegri

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: