L'Udinese blinda Muriel: dal 2017 al 2018, perché questo rinnovo?

Ieri l'Udinese ha comunicato con una nota sul proprio sito ufficiale di aver rinnovato il contratto al centravanti Luis Muriel: il talentuoso colombiano, ambito da molti top club europei, fu acquistato dai Pozzo nel giugno del 2010 dal Deportivo di Calì per 1,9 milioni di dollari. Dopo le esperienze a Granada (Segunda spagnola, zero reti) e Lecce (espulsione all'esordio, poi 7 gol nonostante la retrocessione), il talentino di Santo Tomas nel freddo Friuli ha cominciato a ingranare la marcia tanto che due estati fa la società bianconera decise di blindarlo "aggiornando" il suo contratto (in scadenza nel 2015) con un nuovo che sarebbe scaduto nel 2017. Neanche dodici mesi (e 11 gol nello scorso campionato) ed ecco che l'Udinese decide di ritoccare ancora il suo contratto fino al 2018: perché?

E' presto detto. Pozzo, Soldati e il neo direttore sportivo Giaretta con questa mossa intendono avere ancora più potere contrattuale nei confronti del giocatore nel momento in cui busseranno alla porta della cara bottega friulana club prestigiosi desiderosi di accaparrarselo: attualmente trasnfermarkt lo valuta 14 milioni di euro, Pozzo ha in mente una valutazione intorno ai 20 milioni e non è escluso che se dovesse consacrarsi quest'anno (ha già segnato 4 gol tra Serie A e preliminari di Europa League) il suo prezzo potrebbe lievitare ancora. Ma non è solo questo, come spiega a tuttomercatoweb il succitato Cristiano Giaretta:

"Un rinnovo fatto per diversi aspetti e tutti questi insieme, quindi blindare il giocatore, con conseguente potere contrattuale, e gratificarlo e spronarlo a continuare su questa strada. Deve fare ancora molto per fare il grande salto. Già fa parte di un grandissimo club, per arrivare in una delle dieci squadre più importanti al mondo deve ancora far vedere tutte le sue qualità. E il rinnovo gli deve dare un'ulteriore spinta a far bene da qui in avanti".

Perché a volte "programmare" vuol dire anche questo: prestare attenzione ai dettagli, sotto traccia, con lungimiranza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail