Real Madrid – Juventus, Ronaldo: “Alla Juve, toglierei Tevez”, Ancelotti: “Con la Fiorentina, i bianconeri hanno giocato bene”

La conferenza stampa del Real Madrid alla vigilia della partita con la Juventus.

Domani, allo Stadio Bernabeu di Madrid, il Real Madrid di Carlo Ancelotti affronterà la Juventus, nella partita valida per la terza giornata della fase a gironi della Champions League. Per Cristiano Ronaldo, la stella dei Blancos che si è presentato alla conferenza stampa, alla vigilia della partita, insieme al suo allenatore, è la prima partita da avversario contro i bianconeri.

Cristiano Ronaldo si è mostrato decisamente tranquillo sopratutto grazie ai 6 punti che la sua squadra ha conquistato nelle prime due giornate rispettivamente contro Galatasaray e Copenaghen. Parlando di Juventus, invece, il portoghese si aspetta una squadra forte ed esperta nonostante la pesante sconfitta in casa della Fiorentina, patita in campionato domenica scorsa.

Da un punto di vista personale, inoltre, Cristiano Ronaldo ha svelato che la Juventus era uno dei club interessati a lui ai tempi dello Sporting Lisbona. Un altro pensiero riguardante il passato, invece, è rivolto a Carlos Tevez, attaccante bianconero con cui CR7 ha condiviso molte stagioni al Manchester United. Queste sono state le dichiarazioni del portoghese a riguardo:

Al Manchester abbiamo passato anni belli e positivi, giocando bene e vincendo tanto insieme. Gli voglio bene e domani, senza che gli succeda nulla, spero giochi male e che la Juve perda. Se devo scegliere un giocatore della Juve da portare via dico lui, ma solo per amicizia.

Anche Carlo Ancelotti, come Cristiano Ronaldo, ha fatto riferimento al 4-2 della Fiorentina sui bianconeri. L’allenatore ex Milan, Chelsea e PSG, però, ha visto una squadra compatta nonostante la disfatta finale:

Si, ho visto il 4-2 con la Fiorentina e per preparare la gara di domani mi baso sui primi 70 minuti, non sul quarto d’ora successivo. Per oltre un’ora la Juve ha giocato bene.. Poi nel calcio succedono queste cose: anche io ho tanti ricordi amari di partite che sono finite in maniera che nessuno si aspettava. Fanno fede i primi 70 minuti.

L’allenatore di Reggiolo è convinto che la Juventus non abbia perso l’aggressività mostrata nelle ultime due stagioni vincenti ed è anche certo che Gianluigi Buffon, attualmente al centro delle polemiche per le sue ultime prestazioni non all’altezza del suo nome, sia ancora un portiere altamente affidabile.

Secondo Ancelotti, i pregi della Juventus si trovano nell’organizzazione, nel gioco nelle fasce, nell’attacco e nella solidità nel reparto arretrato. L’allenatore si è detto convinto che il Real Madrid può ripetere la prestazione vittoriosa contro il Malaga nell’ultima partita della Liga.

Foto | © Getty Images

I Video di Blogo

Video, Olbia-Monza, Berlusconi ai tifosi: “Scusate, vi devo salutare perché devo andare a [email protected]

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →