Boban contro Balotelli: “Indegno del Milan. In vita sua non ha fatto nulla, è svogliato, impari da Kakà”

Boban boccia l’atteggiamento di Balo: “Nel mio Milan avrebbe portato il borsone ai Van Basten, a Weah a Sheva”

Parole durissime quelle di Zvonimir Boban dedicate a Mario Balotelli. L’ex centrocampista dai piedi buoni del Milan, oggi commentatore televisivo, a Sky Sport ha criticato senza mezze parole l’attaccante della Nazionale italiana accusandolo di non essere degno di vestire la maglia rossonera. Ecco le parole del croato, non nuovo a dichiarazioni eclatanti:

Smettiamola di parlare di questo Balotelli, in vita sua non ha fatto nulla, se non panchina ovunque. Lui sarà sempre più piccolo del Milan e il Milan sarà sempre più grande di lui. Il suo atteggiamento svogliato dimostra che proprio con il cervello non arriva a capire alcune cose, non capisce cosa vuol dire indossare quella maglia.

Non è finita, anzi. I riferimenti più velenosi sono arrivati dopo, quando Boban ha tirato in ballo Kakà come esempio positivo e, soprattutto, ha citato top player con i quali ha giocato ai tempi del Milan:

Impari da Kakà, un ragazzo che ha vinto tutto ed è sicuramente più ricco di lui, e che a differenza sua corre e si impegna come un ragazzino. Balotelli nel mio Milan avrebbe portato il borsone ai Van Basten, a Weah a Sheva. Due ritardi agli allenamenti in due giorni? Nel mio Milan avrebbe preso schiaffi da gente come Maldini, Desailly, Seba Rossi, Costacurta, Baresi.

Parole sacrosante o dichiarazioni francamente ingenerose? La domanda non trova semplici risposte anche perché se si dà ragione a Boban il rischio è di indicare l’attaccante come capro espiatorio di un inizio di stagione complicato per molti altri motivi. D’altra parte spesso gli atteggiamenti di Balo sono apparsi non propriamente impeccabili, compresi i ritardi degli ultimi due giorni.
A voi il giudizio.