Juventus – Copenaghen 3-1 | Champions League | Risultato finale: tripletta di Vidal, gol di Mellberg

Juventus – Copenaghen, partita di ritorno della fase a gironi della Champions League 2013-2014.

20:32 – Tra pochissimi minuti inizia Juventus – Copenaghen. Gianluca Vialli ai microfoni di Sky ha previsto un 4-0 per i bianconeri con tripletta di Tevez. Vedremo se avrà ragione…

20:01 – Tra tre quarti d’ora inizia Juventus – Copenaghen, match che è stato preceduto da qualche momento di tensione questa mattina quando un gruppetto di quattro tifosi danesi sarebbe stato aggredito. Uno di loro, Kristoffer Østergaard, ha detto di essere stato accoltellato, anche se la ferita è superficiale e ha deciso di non sporgere denuncia.

Juventus – Copenaghen | Formazioni ufficiali

19:50 – La formazione ufficiale della Juventus è quella qui di seguito con Caceres in difesa, Padoin a centrocampo e Ogbonna e Marchisio in panchina. Secondo il sito della Uefa è confermata la formazione del Copenaghen attesa alla vigilia eccetto per Toutouh al posto di Vetokele.

JUVENTUS (3-5-2): 1 Buffon; 19 Bonucci, 4 Caceres, 3 Chiellini; 20 Padoin, 23 Vidal, 21 Pirlo, 6 Pogba, 22 Asamoah; 10 Tevez, 14 Llorente

COPENAGHEN (4-4-1-1): 21 Wiland; 2 Jacobsen, 5 Mellberg, 17 Sigurdsson, 3 Bengtsson; 19 Gislason, 6 Claudemir, 8 Delaney, 30 Bolanos; 18 Jorgensen; 24 Toutouh

Ore 18:48 – Mancano due ore a Juventus – Copenaghen, ma da quanto visto durante la rifinitura di stamattina, sembra che Antonio Conte sia orientato a lasciare fuori Marchisio e a far giocare Caceres in difesa e Padoin a centrocampo. Dovrebbe esserci Vidal, anche se deve stare attento a non farsi ammonire.

Il Principino starà in panchina eventualmente pronto a entrare a seconda di come si metterà la partita. Resta tra le riserve anche Ogbonna, che fino a stamattina era in ballottaggio con Caceres per un posto da titolare.

Juventus – Copenaghen | 27 novembre | Come vederla in tv

La partita di questa sera tra Juventus e Copenaghen si può vedere in diretta tv in chiaro su Italia 1, mentre chi è abbonato a una delle pay tv può vederla sulla piattaforma Sky, in particolare su Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 1 HD,o su Mediaset Premium su Premium Calcio HD. In streaming si può vedere con Sky Go e Premium Play.

Juventus – Copenaghen | Diretta del 27 novembre 2013

Juventus – Copenaghen (o Copenhagen che di si voglia) è la partita da non perdere per i bianconeri. Antonio Conte ha parlato chiaro alla vigilia del match: “Non ci sarà un domani” perciò stasera allo Juventus Stadium è uno solo il risultato da cercare: la vittoria. Noi seguiremo questo impegno di Buffon e compagni in diretta qui su Calcioblog.it dalle ore 20:45 con aggiornamenti minuto per minuto e risultato in tempo reale.

Il tecnico leccese ha detto che oggi non ci sono alternative, bisogna vincere per avere poi due risultati a disposizione nella bolgia di Istanbul, nell’ultima partita di questa fase a gironi contro il Galatasaray di Roberto Mancini, che oggi va a sfidare i primi della classifica del gruppo B, il Real Madrid di Carlo Ancelotti.

La Juventus non ottiene un successo in Champions League dal 6 marzo, cioè da quando vinse per 2-0 in casa con il Celtic agli ottavi, per poi essere eliminata ai quarti con due sconfitte dal Bayern Monaco. Ora si ritrova all’ultimo posto del girone B con soli tre punti che ha conquistato con altrettanti pareggi contro Copenaghen e Galatasaray all’andata e contro il Real Madrid al ritorno, mentre ha perso la partita al Bernabeu.

C’è da considerare però anche altri numeri, e cioè che la Juve ora è in un momento molto positivo, avendo ottenuto cinque vittorie consecutive in campionato senza incassare nemmeno un gol e riconquistando così in solitaria la vetta della classifica, spodestando la Roma nonostante la partenza sprint dei giallorossi. I bianconeri devono solo cercare di giocare in Champions come fanno in campionato, anche se è più difficile, visto che in Europa fino ad ora hanno subìto sempre almeno un gol.

Anche il Copenaghen sta attraversando un momento piuttosto positivo visto che ha vinto quattro delle ultime cinque gare riuscendo a risalire dalla zona retrocessione del proprio campionato fino ad arrivare a -6 dalla prima in classifica. Ma i precedenti parlano a favore della Juve, che contro i danesi non ha mai perso e ha ottenuto due vittorie e tre pareggi.

Per quanto riguarda la formazione che Antonio Conte manderà in campo stasera, ci sono diverse opzioni, ma la certezza è in attacco, dove schiererà insieme dal primo minuto, per l’ottava volta nelle ultime nove partite, la coppia composta dai due attaccanti arrivati quest’estate: Fernando Llorente e Carlos Tevez.

L’Apache vuole interrompere il suo lungo digiuno in Europa, dove non segna da ben 19 partite, ossia dai quarti di finale della Champions 2008-2009 (2-2 del suo Manchester United con il Porto) e non vince una partita dal 17 marzo 2011 (era al Manchester City che vinse per 1-0 contro la Dinamo Kiev in Europa League). Negli ultimi due anni ha rimediato con le sue squadre sei pareggi e quattro sconfitte, perciò è indispensabile un’inversione di rotta per l’argentino.

Llorente, invece, è un po’ un talismano ormai per la Juve, visto che con lui in campo i bianconeri segnano un gol ogni 35 minuti, senza di lui, invece, ci vogliono 52 minuti per una rete. E proprio l’abilità dello spagnolo di incidere sulla manovra della squadra, al di là del fatto che segni lui o qualcun altro, lo rende particolarmente utile agli occhi di Conte, che non valuta mai gli attaccanti dal numero di gol fatti, ma dal gioco che offrono al servizio di tutta la squadra.

In difesa il tecnico leccese deve fare a meno di Barzagli, che è infortunato, e scegliere tra Caceres e Ogbonna. Se opta per quest’ultimo con Bonucci e Chiellini, poi potrebbe schierare un centrocampo con Caceres, Vidal, Pirlo, Pogba e Asamoah. Se, invece, è Caceres ad andare in difesa, allora il centrocampo potrebbe essere schierato con Padoin più gli altri tre. Ma c’è anche un’altra idea che potrebbe frullare nella testa di Conte e cioè quella di non utilizzare Vidal, che è diffidato e rischierebbe di saltare il Galatasaray con un’altra ammonizione, e inserire al suo posto Marchisio nel reparto centrale, allargando Pogba sulla destra.

Juventus – Copenaghen | 27 novembre 2013 | Probabili formazioni

JUVENTUS (3-5-2): 1 Buffon; 19 Bonucci, 5 Ogbonna, 3 Chiellini; 4 Caceres, 23 Vidal, 21 Pirlo, 6 Pogba, 22 Asamoah; 10 Tevez, 14 Llorente

Panchina: 30 Storari, 13 Peluso, 20 Padoin, 11 De Ceglie, 8 Marchisio, 9 Vucinic, 27 Quagliarella
Allenatore: Conte

COPENAGHEN (4-4-1-1): 21 Wiland; 2 Jacobsen, 5 Mellberg, 17 Sigurdsson, 3 Bengtsson; 19 Gislason, 6 Claudemir, 8 Delaney, 30 Bolanos; 18 Jorgensen; 9 Vetokele

Panchina: 1 Christensen, 15 Margreitter, 25 Remmer, 11 Cesar Santin, 24 Toutouh, 16 Kristensen, 12 Adi
Allenatore: Solbakken

La situazione nel girone B

Partite giocate:
Galatasaray – Real Madrid 1-6
Copenaghen – Juventus 1-1
Juventus – Galatasaray 2-2
Real Madrid – Copenaghen 4-0
Real Madrid – Juventus 2-1
Galatasaray – Copenaghen 3-1
Juventus – Real Madrid 2-2
Copenaghen – Galatasaray 1-0

Partite da giocare
Oggi, mercoledì 27 novembre 2013
Juventus – Copenaghen
Real Madrid – Galatasaray

Martedì 10 dicembre
Galatasaray – Juventus
Copenaghen – Real Madrid

CLASSIFICA
Real Madrid 10
Galatasaray 4
Copenaghen 4
Juventus 3

La Juventus si qualifica agli ottavi se…

Se la Juve riesce a vincere oggi, ottenendo tre preziosi punti, e il Galatasaray non vince a Madrid, il 10 dicembre, nell’ultima partita della fase a gironi, le tornano utili sia la vittoria sia il pareggio a Istanbul e potrebbero essere raggiunti dal Copenaghen se i danesi ottenessero una clamorosa vittoria contro il Real, ma i bianconeri avrebbero comunque il vantaggio di aver vinto il confronto diretto e dunque resterebbero secondi passando alla fase successiva con le merengues di Ancelotti.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →