Napoli-Chievo 1-1 | Telecronaca di Auriemma e radiocronaca Rai | Video

Il pareggio dei partenopei commentato in diretta

di antonio

Altro giro, altra partita pareggiata per il Napoli che non riesce più a vincere. I campani sono imbattuti da otto partite, ma quattro di queste le hanno pareggiate. Stasera la Fiorentina, in caso di vittoria, si porterebbe ad appena un punto dalla formazione di Benitez. Contro il Chievo gli azzurri giocano una delle peggiori partite della stagione mostrando lentezza di manovra e scarsa creatività. Tuttavia gli azzurri dopo aver subito il gol di Sardo al 18′, colpiscono due pali con Mertens e una traversa con Insigne. Il pari dei padroni di casa arriva all’88’ con Albiol. Si tratta del primo pareggio in Serie a tra le due formazioni: negli 11 precedenti, infatti, il Napoli ha vinto in sei occasioni e il Chievo cinque volte.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI RAFFAELE AURIEMMA

Fuori casa la squadra di Corini ha perso solo una delle ultime sei partite (due vittorie e tre pareggi), a dimostrazione che i veneti si presentavano alla sfida del San Paolo come un osso difficile da masticare. A fine partita Rafael Benitez tranquillizza i tifosi sul mercato azzurro e esorta i suoi giocatori a non cadere nell’errore di giocare sotto ritmo, soprattutto ad inizio partita:

“Non è facile giocare con squadre che si chiudono molto, ma è chiaro che dobbiamo ritrovare l’intensità e la velocità che avevamo all’inizio della stagione. Ma siamo stati puniti anche dagli episodi: se il tiro di Mertens fosse entrato invece di finire sul palo sarebbe cambiato tutto. Alla fine abbiamo preso due pali e una traversa. Stiamo lavorando per cercare rinforzi, abbiamo ancora tempo. Se troviamo giocatori di qualità al prezzo giusto per rinforzarci proviamo a prenderli, come dimostra Jorginho che è un giocatore di qualità e ha mostrato che può essere importante per noi. Ad Hamsik gli manca un po’ il ritmo partita, non è che stai fuori due mesi e quando riparti giochi allo stesso livello di prima. Ma ha lavorato molto, si è impegnato”.

Dall’altra parte Eugenio Corini è ovviamente soddisfatto per la prova dei suoi ragazzi:

“Abbiamo fatto delle ripartenze, abbiamo segnato un gol ed abbiamo avuto anche l’occasione per farne un secondo. Nel secondo tempo il Napoli è partito forte e noi avevamo meno energie da spendere. Mi spiace per i miei ragazzi perché meritavano di più, ma abbiamo comunque portato a casa un punto importante. La situazione che abbiamo trovato a metà novembre era drammatica, ora, invece, siamo lì con le altre e ce la giocheremo fino alla fine con grande sforzo. Abbiamo buttato un punto a Parma a 30″ dalla fine, oggi due a 3 minuti dalla fine, questo vuol dire che dobbiamo aver più attenzione. Anche se Albiol non voleva usare il braccio, questo gli ha permesso di calciare meglio dentro l’area e quindi poteva anche esserci il fallo a nostro favore”.

Napoli – Chievo 1-1 | La fotogallery