Boateng fuma e beve birra all’antidoping: si dimette medico dello Shalke 04

Dopo le polemiche in Germania per la foto di Boateng all’antidoping, si dimette il medico sociale dello Shalke 04

Continuano a far discutere in Germania le immagini di Kevin Prince Boateng, centrocampista dello Shalke 04 immortalato mentre attende di effettuare i controlli antidoping con sigaretta, birra e cellulare in mano. La foto fa riferimento al post – partita della gara vinta contro il Bayer Leverkusen per 2-1 lo scorso 15 febbraio, ma è stata pubblicata solo da qualche ora, generando discussioni sul messaggio “educativo” che la stessa trasmette. Qualcuno ha stigmatizzato subito il comportamento, affermando sia improprio per un calciatore del calibro dell’ex Milan lasciarsi ritrarre in quel modo. Altri, invece, hanno preso la cosa con un semplice sorriso, come il general manager dello Shalke 04 che sdrammatizzando ha dichiarato:

“Prince (Boateng, ndr) ha acceso una sigaretta per rilassarsi dopo la bella vittoria, mentre la birra viene data appositamente in quanto consente di urinare immediatamente e agevolare i tempi dell’antidoping”.

Insomma, tutto nella normalità? Non esattamente, perché oggi è giunta l’ufficialità da parte della commissione antidoping che afferma come il medico sociale dello Shalke 04 abbia affermato che quello di Boateng non è un comportamento consono ad una squadra di Bundesliga che per giunta gioca la Champions League e che avrebbe anche chiesto alla dirigenza di sollevarlo dall’incarico. Un’uscita che contrasta con l’atteggiamento stesso della società teutonica, che ha ricordato che i controlli antidoping si tengono in un’area sotto la diretta sorveglianza della DFB, la federazione calcistica tedesca e che quindi al club non può essere imputato nulla.

Ovviamente, però, il club potrebbe richiamare un suo tesserato chiedendogli in futuro di tenere un atteggiamento più “educativo” vista la cassa di risonanza che ha tutto ciò che ruota al Mondo pallonaro, soprattutto quando si tratta di squadre di vertice. In ogni caso, si tratta di una settimana da dimenticare per Boateng e lo Shalke, che ieri sera ha incassato ben sei reti dal Real Madrid di Cristiano Ronaldo nell’andata degli ottavi di Champions League.

I Video di Calcioblog