Risultati Champions League | Finali | Chelsea 2-0 e qualificato, il Real perde ma passa in semifinale

I risultati delle gare di ritorno della Champions League. Il Borussia Dortmund vince con il Real Madrid 2-0, ma esce, il Chelsea acciuffa la qualificazione grazie al 2-0 sul PSG.

di

22.36Real Madrid e Chelsea in semifinale. Questi i verdetti di una grande serata di Champions League. Il Real fallisce il colpo del KO con il rigore fallito da Di Maria e parato da Weidenfeller, poi subisce la doppietta di Reus ma tiene fino al 90esimo. Il 2-0 non basta ad un generoso Borussia, che forse avrebbe meritato qualcosa in più. Il Chelsea invece si qualifica grazie ai gol in trasferta, dopo il 3-1 subito a Parigi a Londra arriva il 2-0 con le reti di Schurrle nel primo tempo e a 5 dalla fine grazie a Demba Ba. Gol di rapina della punta buttata dentro da Mourinho che le prova tutte, ma ha ragione di un PSG irriconoscibile senza Zlatan Ibrahimovic.

Risultati Champions League | Diretta | 8 Aprile 2014

BORUSSIA DORTMUND – REAL MADRID2-0 Risultato Finale – Aggregato 2-3 – Andata 3-0
[16′ Di Maria sbaglia un calcio di rigore (R), 24′ e 37′ Reus (B)]
CHELSEA – PARIS SAINT GERMAIN2-0 Risultato Finale – Aggregato 3-3 – (Andata 3-1)
[32′ Schurrle (C), 87′ Ba (C)]

22.29 – DEMBA BA!!! IL GOL DEL 2-0 A 4 MINUTI DALLA FINE!!! Il Chelsea trova la rete qualificazione!

21.46 – Cominciano i secondi tempi. Ancelotti manda in campo Isco al posto di Illarramendi, più qualità e più pericolosità in fase offensiva.

21.33 – Finiti i primi tempi e non mancano le emozioni. Il Borussia Dortmund è in vantaggio 2-0 sul Real Madrid grazie ad una doppietta di Marco Reus, ma c’è un altro eroe in questi primi 45 minuti ed è il portiere Weidenfeller che al 15esimo ha parato un rigore (ben calciato) da Di Maria. Ora la qualificazione è riaperta, Cristiano Ronaldo (acciaccato ed in panchina) scalpita. A Londra il Chelsea di Mourinho, sornione, chiude sull’1-0 ad un solo gol dalla qualificazione. PSG non in partita fino a questo momento.

21.22 – Reus!! 2-0 Borussia!! Ancora in gol i tedeschi che ora sono vicini al Real!

21.18 – Gol del Chelsea! Schurrle! Appena entrato in campo per un infortunio trova il gol dell’1-0 che rimette in discussione la qualificazione!

21.09 – Borussia in vantaggio!! Gol di Marco Reus!

21.01 – Di Maria sbaglia un calcio di rigore! Fallo di mano di Piszczek, tiro dal dischetto che Weidenfeller neutralizza con un gran tuffo!

20.45 – Squadre in campo, si parte!

20.15 – Mezzora all’inizio dei match. Sono state comunicate le formazioni ufficiali di Chelsea – PSG e Borussia – Real. Poche sorprese da Dortmund se si esclude la conferma del recupero di Weidenfeller mentre a Londra Mourinho riesce a mandare in campo dal primo minuto Eto’o. Il camerunese guiderà l’attacco dei blues a caccia della rimonta dopo il 3-1 del Parco dei Principi.

Chelsea – PSG | Formazioni Ufficiali

Chelsea: Čech, Ivanović, David Luiz, Cahill, Terry, Azpilicueta, Lampard, Oscar, Hazard, Willian, Eto’o

Paris Saint Germain: Sirigu, Silva, Alex, Maxwell, Jallet, Motta, Matuidi, Verratti, Lucas, Cavani, Lavezzi

Borussia Dortmund – Real Madrid | Formazioni Ufficiali

Borussia Dortmund: Weidenfeller, Friedrich, Hummels, Kirch, Piszczek, Durm, Reus, Jojić, Grosskreutz, Lewandowski, Mkhitaryan

Real Madrid: Casillas, Pepe, Ramos, Coentrão, Carvajal, Bale, Xabi Alonso, Modrić, Di María, Illarramendi, Benzema

Torna in campo la Champions League. Oggi, martedì 8 aprile, i primi verdetti per i quarti di finale di questa edizione. Conosceremo le prime 2 squadre semifinaliste in due gare che sembrano già chiaramente indirizzate dopo i risultati maturati all’andata. In attesa delle sfide di domani che vedranno impegnate Atletico Madrid e Barcellona nel derby spagnolo e Bayern Monaco – Manchester United all’Allianz Arena, match che si preannunciano decisamente più incerti nell’esito finale, stasera scenderanno in campo Borussia Dortmund – Real Madrid e Chelsea – Paris Saint Germain.

Borussia Dortmund – Real Madrid

Carlo Ancelotti guiderà i suoi al Westfalenstadion di Dortmund, una trasferta sempre impegnativa e complicata, ma i favori del pronostico sono tutti per il Real Madrid. Gli spagnoli sbarcano in Germania con il vantaggio del netto 3-0 maturato al Santiago Bernabeu, di fatto per superare questi quarti di finale il Borussia dovrebbe segnare quattro gol senza subirne nessuno, impresa proibitiva per chiunque, figurarsi quando di fronte ti trovi il Real Madrid. Gli elementi a cui aggrapparsi per mantenere viva la speranza sono pochi, soprattutto considerando il rendimento casalingo molto lontano dai consueti standard in questa stagione per il Dortmund, ma ci sono. Innanzitutto il rientro di Lewandowski, l’attaccante polacco assente nella partita d’andata è rientrato già in campionato nella gara di sabato con il Wolfsburg vinta 2-1 dei gialli in rimonta. L’anno scorso, quando i tedeschi mandarono il Real di Mourinho a casa, proprio la punta segnò quattro reti alle merengues in semifinale. Quei tempi sembrano lontani e proprio l’eccezionalità di quell’evento non suggerisce la possibilità di ripetersi “agevolmente” a 12 mesi di distanza.

Poi c’è naturalmente da considerare l’assenza di Cristiano Ronaldo, uscito acciaccato già 7 giorni fa, non sarà disponibile per la partita salve sorprese dell’ultimo minuto dopo lo stop nell’allenamento di rifinitura di ieri. Ancelotti potrà comunque contare su Bale (anche lui reduce da una botta al ginocchio) e sulla difesa “titolare” composta da Pepe e Sergio Ramos con Fabio Coentrao sugli esterni. Klopp dal canto suo sta cercando di schierare Weidenfeller, decisivo fra i pali all’andata per contenere la disfatta, ma non ha ancora risolto il dubbio legato all’impiego di Sahin, problemi fisici per il centrocampista.

Chelsea – Paris Saint Germain

FBL-EUR-C1-PSG-CHELSEA

Anche l’altro match di ritorno dei quarti di finale porta in dote un risultato all’andata che appare penalizzante alla vigilia. Il Chelsea di Mourinho ha incassato tre gol al Parco dei Principi, ma il compito di ribaltare il risultato appare decisamente più abbordabile considerando la rete segnata in trasferta (il rigore trasformato da Hazard per il momentaneo 1-1) e l’andamento stesso del match. Se il Real ha letteralmente dominato il Borussia, pur concedendogli qualche occasione da gol poi non sfruttata dai tedeschi, il Chelsea ha messo più in difficoltà i parigini che si sono aggrappati ad alcune delle loro tante “stelle”. La mazzata finale dello splendido gol di Javier Pastore, entrato da pochi minuti, dimostra come la rosa costruita dagli sceicchi sia in grado di offrire alternative di altissimo livello a Laurent Blanc anche dalla panchina.

Ci sono alcune incognite in vista del match di Stamford Bridge. L’assenza di Zlatan Ibrahimovic, a secco nella partita d’andata ma sempre fondamentale negli equilibri di gioco del PSG, ma anche la disabitudine di un gruppo costruito a suon di petrodollari nel giro di tre stagioni ad affrontare un match di questo livello. Le squadre di Mourinho, al contrario, si esaltano nelle partite in cui partono con gli sfavori del pronostico, ma dal punto di vista delle assenze il tecnico portoghese avrà qualche problema proprio come il collega francese. Non sarà della partita Samuel Eto’o, almeno non dal primo minuto, e il brasiliano Ramires è squalificato.

Non si può non considerare la logorante corsa al titolo che i blues stanno conducendo in Premier League con il Manchester City e il Liverpool, siamo al rush finale e qualche scricchiolio di recente si è fatto strada fra gli uomini di Mourinho reduci comunque da un rotondo successo (3-0) con lo Stoke. Il PSG dal canto suo sta vivendo un ottimo momento di forma. Il 3-0 con il Reims di sabato è stato l’undicesimo successo di fila, fra campionato e coppe, nuovo record per il club che nelle gare di questa serie ha subito soltanto 4 reti a dimostrazione di un’ottima solidità difensiva. Considerando che stasera basterà segnare un gol, cercando magari sfruttando l’arma del contropiede (occhio a Lavezzi già a segno all’andata, ma anche al Matador Cavani che ritroverà il suo posto al centro dell’attacco), per costringere gli inglesi a farne tre soltanto per trascinare la sfida ai supplementari. Occhio però, non è facile bucare Cech: i blues non incassano una rete fra le mura amiche da 732 minuti effettivi di gioco, dallo scorso 19 gennaio contro il Manchester United, gol comunque ininfluente ai fini del risultato finale (3-1).

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →