Barcellona: muore a 45 anni Tito Vilanova, combatteva da tre anni contro il cancro

L’ex tecnico blaugrana si è spento nel pomeriggio, negli ultimi giorni le sue condizioni si erano aggravate.

Tito Vilanova non ce l’ha fatta, l’ex allenatore del Barcellona è deceduto questo pomeriggio presso l’ospedale Quirón dove era stato ricoverato per l’improvviso aggravarsi delle sue condizioni di salute, nato nel 1968 aveva 45 anni. Nel 2011 gli era stato diagnosticato un cancro alla ghiandola parotide, sembrava che tutto fosse andato per il meglio, poi nel dicembre 2012 la notizia di una nuova aggressione da parte della malattia. Vilanova viene sottoposto ad un nuovo intervento chirurgico e a nuove terapie, nel frattempo sulla panchina del Barcellona lo sostituisce Jordi Roura. Al suo primo anno alla guida dei blaugrana vince la Liga centrano lo storico traguardo dei 100 punti in una sola stagione.

Vilanova era cresciuto come calciatore proprio nella Cantera del Barcellona, poi aveva girovagato per la Spagna vestendo, tra le altre, le maglie di Celta Vigo, Maiorca e Elche. Ritiratosi dal calcio giocato fa le sue prime esperienze da allenatore sulle panchine di Palafrugell, Figueres e Terrassa, prima di tornare nel 2007 alla casa madre guidando il Barcellona B, si ritrova con Guardiola, conosciuto ai tempi delle giovanili, e l’anno dopo diventa il suo vice. I due lavoreranno in coppia per quattro stagioni creando una squadra che resterà per sempre nella storia del calcio, capace di vincere tutto proponendo un gioco nuovo, divertente e efficace.

Quando Guardiola lascia la panchina del Barça il club decide di optare per la continuità e affida la guida della prima squadra proprio a Tito Vilanova. Alla sua prima stagione vince la Liga con il record dei 100 punti, ma durante l’anno tornano purtroppo i problemi di salute. Il 18 dicembre del 2012 gli viene diagnosticato nuovamente il tumore alla ghiandola parotide che lo aveva colpito nel 2011 e deve lasciare la panchina per sottoporsi ad un intervento chirurgico e a sei settimane di terapie. A inizio febbraio lascia la panchina a Roura per poter continuare le cure a New York, tornerà a fine marzo per guidare la squadra nella parte finale della stagione.

Il 19 luglio 2013 comunica il suo abbandono definitivo al calcio per il riacutizzarsi della malattia confermato da nuove analisi. Infine ieri si è sparsa la notizia di un improvviso aggravarsi della malattia che lo aveva costretto al ricovero. In Spagna i giornali hanno rispettato la privacy di Vilanova, oggi nessun giornale parlava del suo ricovero, nel pomeriggio però è arrivata la notizia che tutti si aspettavano ma che nessuno avrebbe mai voluto sentire: Tito ha perso la sua battaglia contro il cancro. La sua forza e il suo coraggio resteranno però sempre un esempio, il calcio piange oggi la scomparsa di un uomo serio e discreto, un allenatore preparato e vincente a cui troppo presto è stata strappata la vita.

I Video di Calcioblog