Lega Pro Unica 2014/2015: tutte le promozioni dalla Serie D

Il quadro provvisorio nella prossima Lega Pro Unica: nove promozioni dalla Serie D, oggi hanno festeggiato Matera, Pordenone e Lucchese.

Domenica 4 maggio 2014, in tutta la penisola si sono giocate decine di partite per decretare promozioni e retrocessioni: oggi si è giocata l’ultima giornata, come detto, sia in Prima che in Seconda Divisione, ma è stato anche il giorno dell’ultimo atto nel Campionato Nazionale Dilettanti, una competizione come noto spalmata su nove gironi che quest’anno aveva un’importanza particolare. Chi arrivava al primo posto di ciascun raggruppamento, infatti, faceva un doppio salto davvero inusuale: passare dal dilettantismo a partite contro squadre quest’anno militanti in Serie B, una situazione che col senno del poi potrebbe rivelarsi un boomerang per alcune società che l’anno prossimo si ritroveranno tra le 60 di terza serie con scarse capacità economiche.

Sono argomenti che i vari sodalizi affronteranno fra qualche settimana, per il momento è stata semplicemente l’ora di festeggiare; ovviamente sono nove le squadre che hanno vinto i gironi, le ultime tre hanno staccato il pass per la Lega Pro Unica soltanto oggi, per altre sei la festa era cominciata una o due settimane fa. La scorsa settimana abbiamo già parlato della favola Giana Erminio (formazione di Gorgonzola, nel milanese), quando a salire di categoria fu anche la Pro Piacenza, seconda squadra cittadina arrivata avanti proprio al più famoso Piacenza fallito l’anno passato; le promosse all’ultimo respiro sono state Pordonone, Matera e Lucchese, avevano invece già assodato il salto di categoria Pistoiese, Savoia, Ancona e Lupa Roma, terza squadra della capitale tra i professionisti e quarta nella storia (vi ricordate della Cisco o Atletico?)

Accennavamo prima ai parametri che questi club dovranno rispettare per potersi iscrivere alla prossima Lega Pro: la Federazione chiede di rispettare sette punti fondamentali tra cui una fideiussione bancaria di 600mila euro e uno stadio con una capienza minima di 3000 unità. Già questi due scogli potrebbero far “saltare” diverse società comprese alcune che quest’anno hanno militato in Seconda Divisione e sono arrivate fra le prime otto dei due gironi o vinceranno le gare di post-season (con impegnate le squadre classificatesi tra il nono e il dodicesimo posto); motivo in più per credere che saranno molto agguerriti anche i play-off in Serie D, così che la lista provvisoria delle squadre che prenderanno parte alla terza serie della prossima stagione non può che considerarsi provvisoria. Per il momento dunque è questa:

RETROCESSE DALLA B (4): Juve Stabia (+ altre 3 retrocesse)

CONFERMATE IN PRIMA DIVISIONE (28) : Unione Venezia, Carrarese, Reggiana, Pro Patria, Lumezzane, San Marino, Pavia, Grosseto, Prato, Gubbio, Viareggio, Barletta, Ascoli, Paganese (+ altre 14 che non andranno avanti nei play-off).

PROMOSSE DALLA SECONDA DIVISIONE (18) : Bassano Virtus, Alessandria, Renate, Monza, Santarcangelo, Real Vicenza, Mantova, Spal, Casertana, Messina, Teramo, Cosenza, Foggia, Melfi, Ischia, Vigor Lamezia (+ altre 2 che vinceranno i play-off).

PROMOSSE DALLA SERIE D (9): Ancona, Pistoiese, Pro Piacenza, Savoia, Giana Erminio, Lupa Roma, Pordenone, Lucchese, Matera.

Come si può notare ne manca una: è il posto lasciato libero dalla radiata Nocerina, vedremo chi se lo accaparrerà a luglio.