Rassegna stampa 6 maggio 2014: prime pagine di Gazzetta, Corriere e Tuttosport

Ecco come aprono oggi, 6 maggio 2014, i giornali sportivi

La Gazzetta dello Sport dedica l’apertura alle parole del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sui fatti di sabato sera all’Olimpico: “Ultrà, con questi non si tratta”. Intanto le indagini vanno avanti e “si fa sempre più concreta l’ipotesi di un vero e proprio agguato contro i napoletani”. Centralmente l’intervista al ministro Alfano che annuncia i Daspo di gruppo e preventivi. Nel taglio alto la festa scudetto della Juventus ‘rovinata’ dalle dichiarazioni di Conte sul suo futuro: “Resto? Vedremo”. Nel taglio basso il rocambolesco e discusso 3-3 tra Lazio e Verona, che non fa sorridere nessuna delle due squadre; quindi Seedorf in bilico nonostante il successo nel derby contro l’Inter e la protesta dei tifosi nerazzurri che chiedono l’esonero di Mazzarri.

Il Corriere dello Sport titola “Pagano i club” riportando le parole del Premier Renzi secondo il quale devono essere le società a sostenere i costi della sicurezza. Nel taglio alto il possibile addio di Conte dalla Juve, mentre centralmente si leggono gli aggiornamenti sulle indagini che riguardano De Santis; oggi tornano in campo Napoli e Fiorentina a chiudere la 36esima giornata. Nel taglio basso la storia dell’Ad del Palermo Angelo Baiguera e la folle rimonta subita dal Liverpool ieri, da 3-0 a 3-3, che potrebbe costare al club di Suarez la Premier League.

Tuttosport in apertura celebra e racconta la festa scudetto della Juventus, riportando l’appello dei tifosi a Conte e Pogba. Nel taglio alto la corsa all’Europa League da parte del Torino, con Ventura che chiede sostegno ai tifosi granata. Centralmente i dubbi sul futuro di Seedorf e Mazzarri e il pareggio del Liverpool.