Claudio Ranieri lascia il Monaco: trovato l’accordo per la rescissione consensuale

Con un anno di anticipo sulla scadenza del contratto, il Monaco saluta Claudio Ranieri. Per la sua successione, si parla di Zidane e Conte.

“Ranieri et Monaco: c’est fini”. Titola così, oggi l’Equipe, che annuncia dunque l’addio del tecnico italiano alla squadra del Principato. Claudio Ranieri lascia con un anno di anticipo rispetto al contratto: tra l’allenatore e il Monaco è stato infatti trovato l’accordo per la rescissione contrattuale.

Ranieri, 62 anni, oggi contro il Guingamp sarà dunque in panchina per la penultima volta allo stadio Louis II. L’ultima in casa, il 17 maggio, contro il Bordeaux. Il tecnico, con il Monaco, non solo ha conquistato la promozione in Ligue 1, ma quest’anno – da matricola, seppure ricca – è al secondo posto in classifica. Davanti solo il quasi inarrivabile Paris Saint Germain.

Pare che Ranieri possa ricevere una buonauscita di un milione e mezzo di euro. Poi il Monaco andrà a caccia di un altro allenatore: sulla lista ci sono nomi importanti, da Zinedine Zidane ad Antonio Conte. Secondo l’Equipe, addirittura, i monegaschi potrebbero annunciare il successore di Ranieri già la settimana prossima.

Ranieri non è sicuramente un allenatore fortunato. Spesso costruisce, ma poi viene mandato via prima di vedere i frutti del suo lavoro. E’ successo in Italia, naturalmente, ma anche all’estero (al Valencia, per esempio). I suoi detrattori, invece, parlano di un tecnico che è molto bravo, sì, ma soltanto ad arrivare secondo. La posizione più scomoda, soprattutto se la Società per cui lavori è ambiziosa e ha molti soldi da spendere.