Lazio | “Di padre in figlio”, la festa per il primo scudetto con i campioni del passato – Foto e Video

Il quarantennale del primo scudetto biancoceleste

di antonio

65 mila tifosi laziali si sono ritrovati allo stadio Olimpico per celebrare il quarantennale del primo scudetto. Il ricordo della “banda Maestrelli” è ancora vivo e Pino Wilson, capitano di quella squadra talentuosa e pazzoide, per l’anniversario del tricolore ha voluto organizzare un evento che ha riscontrato un grande successo nell’ambiente biancoceleste.

IL VIDEO INTEGRALE DELLA SERATA (RAI)

Uno stadio pieno di tifosi per riabbracciare campioni del passato come Oddi, Pulici, Martini, Nanni, Garlaschelli, D’Amico, Facco, Giordano. Erano presenti anche alcuni calciatori del secondo scudetto come Nesta, Mancini, Marchegiani e Conceicao oltre a molti elementi della Lazio del -9. Poi Peruzzi, Casiraghi, Fiore, tre giocatori della Lazio attuale (Ledesma, Radu e Keita) e i figli di alcuni calciatori scomparsi.

Lazio | “Di padre in figlio”, festa primo scudetto ’74

In campo, dirette dall’ex arbitro Longhi, sono scese la Lazio del ’73-74, quella del -9 che evitò nel 1987 il baratro della Serie C e quella scudettata del 2000. Le squadre miste: il capitano Wilson e suo figlio, Oddi, il figlio di Re Cecconi, Chinaglia Jr, Pulici padre e figlio, il figlio di Frustalupi in quella del ’74, D’Amico; in quella del -9 Peruzzi, Gregucci, Piscedda, Caso, Sosa, Corradi, Dabo; in quella del 2000, Nesta, Marchegiani, Negro, Favalli, Couto, Mihajlovic, Stankovic, Signori, Casiraghi, Mancini, Fiore. In panchina Materazzi, assieme a Massimo Maestrelli e Stefano Lovati, Fascetti e Papadopulo.

La formazione del 2000, invece, è stata affidata a Rossi, Janic, Eufemi e Pagni. La Lazio del 2000 ha battuto quella del ’74 con un gol dalla distanza di Stankovic, unica rete della serata. Presente anche l’ex presidente Sergio Cragnotti: “Una grande emozione vedere tanti laziali con la maglia biancoceleste. Sono emozionato per tanto affetto, grazie a tutti“. Le parole di Mancini, partito appositamente da Istanbul per partecipare alla festa:

“Le emozioni sono tante, perché si ricordano momenti straordinari e speriamo che possano ritornare per i tifosi della Lazio. Avere 60mila spettatori stasera è incredibile. Mi ha fatto piacere venire qui, perché è la prima volta che capita con i compagni del 2000 quindi mi fa piacere esserci. Il gol più bello? Il gol nel primo derby. Ipotesi Juve? Ho un contratto con il Galatasaray per altri due anni, questi sono momenti in cui si scrive di tutto di più ma resto in Turchia”.