Lazio, Reja: "Potrei restare", ma Lotito tratta con Donadoni

La Lazio alle prese con il nodo allenatore: Lotito promette di risolvere presto la questione, Reja afferma di essere pronto a restare. Il club biancoceleste vuole risolvere la questione nel più breve tempo possibile, poiché il mercato non può attendere e si è già in ritardo sulla pianificazione della prossima stagione. Nel fine settimana dovrebbero esserci importanti novità, come conferma lo stesso Edy Reja ai microfoni di Sky Sport:

"Fino al 30 giugno sono ancora ufficialmente l'allenatore della Lazio. Ora mi godo qualche giorno di vacanza - spiega il tecnico - , siamo d'accordo con il presidente Lotito di vederci alla fine di questa settimana e poi vedremo. Con Lotito ci parlo quasi quotidianamente dei programmi futuri e del momento della Lazio. Ma telefonicamente si parla molto veloce, invece a quattr'occhi io dirò le mie e lui le sue, poi decideremo insieme. C'è un rapporto tale con Lotito che non serve dilungarsi tanto, siamo stati in sintonia e lo saremo anche adesso".

Il tecnico goriziano ha la Lazio nel cuore e il fatto di essere tornato in una situazione delicata dopo l’esonero di Petkovic, ha confermato alla piazza quanto ci tenga ad essere allenatore dei biancocelesti. Non è ovviamente una questione di soldi, ma di progetti e di prospettive, visto che Claudio Lotito si trova praticamente ad un bivio, con diversi giocatori logori e altri che vorrebbero spostarsi verso altri lidi nei quali giocarsela per risultati prestigiosi.

“È finito un ciclo - continua Reja - , bisogna rinnovare e non è mai facile. Servono 5-6 giocatori di buon livello per far sì di arrivare a lottare per le prime posizioni. Candreva? Penso che resti”.

FBL-ITA-SERIEA-LAZIO-INTER MILAN

Intanto circolano i nomi del possibile sostituto: si parla di Roberto Donadoni - già contattato da Lotito - , nel caso in cui davvero Tommaso Ghirardi dovesse lasciare la società gialloblu, mentre la soluzione interna risponde al nome di Simone Inzaghi:

"Simone ha fatto bene, dal punto vista dell'esperienza ha fatto per 4-5 mesi la Primavera e gli Allievi l'anno scorso, ma conta poco. E' importante che conosca l'ambiente e i giocatori, potrebbe essere anche lui qualora non dovessi rimanere alla Lazio. Se invece dovessi rimanere - conclude Reja - tutto ritornerebbe normale".

Intanto, sulla questione allenatore, è tornato anche Claudio Lotito, che allunga i tempi rispetto a quanto affermato da Reja: entro metà giugno sarà comunicato il nome del tecnico laziale. Inoltre, il patron biancoceleste si dice sicuro di riuscire a trattenere Antonio Candreva, centrocampista della nazionale italiana seguito da diversi top club europei e in Italia anche dalla Juventus. All’Udinese, per la propria metà del cartellino, dovrebbero andare qualcosa come 9 milioni di euro:

"Entro la metà di giugno troveremo la soluzione. Bisogna ponderare i pro e i contro, senza fare scelte avventate. In base a quelle che saranno le mie convinzioni e quelle del mio staff faremo le dovute scelte che dovranno essere funzionali al progetto Lazio. Candreva? Non è mai stato messo in discussione. L'accordo con l'Udinese lo vedrete tra qualche giorno - conclude Lotito - quando sarà formalizzato".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail