Mondiali Brasile 2014: scontri a San Paolo, feriti tre giornalisti

Mondiale 2014 - Scontri a San Paolo a poche ore da Brasile - Croazia

18.20 - Giungono notizie più precise in merito agli scontri di San Paolo: secondo quanto riferisce ‘Globo News’, sono tre i reporter feriti. Barbara Arvanitidis della Cnn, ha riportato una probabile frattura al braccio dopo essere stata colpita da un proiettile di gomma esploso dalla polizia. La sua collega Shasta Darlington è stata ferita da alcune schegge di vetro: entrambe sono state portate in ospedale per le cure del caso. Feriti anche un cineoperatore e un giornalista francese, di cui al momento non si conoscono le generalità.

Mondiali 2014: sale la tensione a San Paolo a poche ore da Brasile - Croazia, gara inaugurale della Coppa del Mondo. Circa 20 manifestanti sono stati fermati e tre di loro arrestati al termine di alcuni scontri con la polizia, che hanno avuto come effetto anche il ferimento di due giornaliste. Manifestazioni sono in atto da mesi in varie parti del Paese che sta attraversando una fortissima crisi economica. L’avvicinarsi dei Mondiali non hanno fatto altro che aumentare il malcontento, facendo salire la tensione: la popolo brasiliano non va giù che il governo abbia speso ingenti cifre di denaro pubblico per ospitare la manifestazione calcistica, “anziché investire nei lavori pubblici, nella scuola e nei trasporti”.

Il clou oggi a San Paolo, dove alle 22 si giocherà la gara inaugurale tra i padroni di Casa del Brasile e la Croazia. Proprio incrociando un gruppo di manifestanti (circa un centinaio), la polizia militare brasiliana ha fatto ricorso a lacrimogeni e proiettili di gomma per disperderli ed evitare che si avvicinassero allo stadio Itaquerao. "Senza diritti, niente Mondiali", i cori intonati dai manifestanti bloccati dagli agenti sulla Radial Leste, arteria stradale che conduce allo stadio presso il quale si disputerà Brasile - Croazia.

san-paolo-scontri-giornalista

Al termine degli scontri, è stata anche ferita una giornalista della Cnn, Barbara Arvanitidis, colpita da una scheggia di vetro, mentre è da verificare la voce secondo cui una seconda giornalista sarebbe stata coinvolta nelle colluttazioni, rimediando anche la frattura di un braccio. La zona presso la quale è avvenuto il contatto tra polizia e manifestanti, rimane comunque presidiata, con elicotteri militari a verificare dall’alto che non si accendano nuovi focolai di protesta. Il Mondiale non inizia certo nel migliore dei modi.

  • shares
  • Mail