Maradona furioso: "Non mi hanno fatto entrare al Maracanà"

Parla senza mezzi termini di malafede Diego Armando Maradona nei confronti della Fifa. L’ex pibe de oro, avrebbe voluto assistere ad Argentina-Bosnia, giocata qualche giorno fa allo stadio Maracanà, ma il suo accredito non è stato ritenuto valido ed è stato costretto a guardare la partita in TV. La lamentela dell’ex Pibe de Oro, giunge a pochi giorni dalla protesta di Ghiggia, ex campione dell’Uruguay a cui è stata negata la possibilità di assistere a Brasile-Croazia, la gara inaugurale dei Mondiali, dagli spalti dello stadio Itaquerão.

Quanto è accaduto invece allo Stadio Maracanà, è stato raccontato ieri dallo stesso Maradona, ospite di TyC Sports. L’ex numero 10 del Napoli, ha raccontato di essersi presentato ai cancelli del Maracanà, ma il servizio d’ordine, nonostante l’esibizione dell’accredito, non gli ha dato l’accesso alla tribuna dell’impianto dove da lì a poco si sarebbe disputata Argentina-Bosnia:

“Non c’è stato verso, non mi hanno voluto fare entrare - protesta Maradona - L’ho mostrato al personale di guardia all’ingresso, ma se ne sono fregati. Una cosa è non poter entrare, un’altra vedersi negare l’accesso in malafede, come è accaduto a me”.

ITALY-FBL-ARGENTINA-MARADONA-TAX-EU

Perso il primo tempo, l’ex CT dell’Argentina è stato costretto a tornare in albergo per assistere almeno alla ripresa della gara poi vinta da Messi e compagni contro la Bosnia Erzegovina di Pjanic. I funzionari della Fifa non hanno impiegato molto a replicare alle accuse di Maradona, affermando di non aver ricevuto alcun reclamo ai cancelli del Maracanà. Probabilmente, dicono fonti ufficiali dell’organizzazione, l’ex fuoriclasse si è presentato al cancello sbagliato, chiedendo di accedere ad un settore non consentito con il pass di cui disponeva.

“Non ci risulta che Maradona sia stato respinto domenica nel tentativo di entrare al Maracanà. Forse ha semplicemente sbagliato ingresso. C’è un solo un’entrata per la stampa - puntualizza la Fifa - e lui, lì, non si è mai presentato”.

Che il rapporto tra Maradona e il governo del calcio mondiale non sia idilliaco è ormai acclarato da anni e ogni scusa pare buona per poter rinfrescare vecchi dissapori.

  • shares
  • Mail