Caso Tavecchio, interviene la FIFA. Lui: «Vado avanti»

L’organizzazione internazionale invita a investigare a proposito dei “presunti commenti razzisti” del candidato presidente della FIGC. Ma lui non molla

di

16.42: Carlo Tavecchio non molla. Anzi, rilancia, nonostante l’intervento della FIFA:

«Ho l’appoggio delle Leghe, vado avanti con la mia candidatura alla presidenza della federcalcio».

Questo, dice l’Ansa, il senso di una dichiarazione all’agenzia rilasciata da Tavecchio. Che poi ha aggiunto anche:

«E ora lotta a ogni discriminazione nello sport»

[iframe width=”620″ height=”350″ src=”//www.youtube.com/embed/dhKz9xk7HLY” frameborder=”0″]

Sul caso Tavecchio (scivolone razzista e spiegazioni raffazzonate), dopo l’abbandono del sostegno da parte di Fiorentina e Sampdoria e le accuse “politiche”, mancava, in effetti, l’intervento internazionale. E così, eccolo, con qualche giorno di ritardo, annunciato da un tweet ufficiale del profilo FIFA Media.

La FIFA invita la FIGC a indagare a proposito dei presunti commenti razzisti da parte di un candidato alla presidenza.

Nelle righe che si leggono sul sito ufficiale (cui rimanda il tweet), si legge che quanto scritto dai media a proposito di presunti commenti razzisti da uno dei candidati alla presidenza per la federazione italiana ha allertato la Task Force Fifa contro il razzismo e la discriminazione, e il suo presidente Jeffrey Webb. Immediatamnte, la FIFA ha inviato una lettera alla federazione italiana, chiedendo di fare i passi dovuti per indagare e prendere decisioni in merito, e fare un report alla FIFA.

Nella lettera, la FIFA ha ricordato alla federazione italiana che la lotta contro il razzismo è una delle priorità principali della FIFA. Nel 2013, il Congresso FIFA ha approvato all’unanimità una forte risoluzione sulla battaglia contro il razzismo e la discriminazione, che, fra le altre misure, ricorda ai membri dell’associazione i loro obblighi per garantire ogni sforzo volto all’eliminazione del razzismo e della discriminazione nel calcio. Nella lettera, la FIFA ha anche ribadito che i volti ufficiali della comunità calcistica devono agire come modelli nella lotta contro il razzismo.

Ecco il testo originale:

«Media reports concerning alleged racist comments by one of the presidential candidates for the Italian FA have alerted FIFA’s Task Force against racism and discrimination and its chairman Jeffrey Webb. As such, FIFA has written a letter to the Italian FA asking it to take the appropriate steps to investigate and decide on this matter and report to FIFA.

In the letter, FIFA reminded the Italian FA that the fight against racism is a top priority for FIFA. In 2013, the FIFA Congress unanimously passed a strong resolution on the fight against racism and discrimination, which, among other measures, reminded the member associations about their obligation to put every effort into eliminating racism and discrimination in football. In its correspondence, FIFA also stressed that officials of the football community are expected to act as role models in the fight against racism».

I Video di Blogo

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”