Euro 2020 | L’Uefa valuta positivamente lo stadio Olimpico di Roma

Valutazioni Uefa su Euro 2020, il 19 settembre la scelta delle sedi

di antonio

La candidatura dello stadio Olimpico di Roma per il Campionato Europeo del 2020 guadagna consensi nei palazzi dell’Uefa. Il torneo continentale si svolgerà per la prima volta in tredici città europee di diverse nazioni per festeggiare il sessantesimo anniversario della sua nascita. L’Uefa ha ufficializzato le valutazioni sui 19 dossier presentati che riguardano altrettanti impianti e città. Il dossier italiano è stato coordinato dall’ex vicepresidente federale Demetrio Albertini. Ecco un sunto della prima valutazione fatta dall’Uefa:

“La centralità di Roma nel contesto europeo e la sua esperienza nell’organizzazione di grandi eventi, la funzionalità dei collegamenti internazionali e di quelli locali verso i punti strategici dell’evento, la vasta offerta di accoglienza per squadre, dirigenti e tifosi, il fascino delle Fan Zone proposte (Circo Massimo, Piazza di Siena, Piazza del Popolo) e la forte legislazione per il contrasto alla vendita illegale dei biglietti, rappresentano alcuni degli aspetti che vengono considerati come un valore aggiunto per tradurre concretamente il concept del torneo, che vuole essere un grande festival del calcio europeo. Anche lo stadio Olimpico riscuote una valutazione positiva”.

Il processo di valutazione è durato 3 mesi e i membri del Comitato Esecutivo saranno chiamati a scegliere le 13 città ospitanti il 19 Settembre a Ginevra. Se lo Stadio Olimpico supererà anche l’ultimo esame sarà necessario adeguare l’impianto alle esigenze Uefa sotto tutti i punti di vista entro l’agosto del 2017. L’impianto romano è stato sede di una finale Mondiale, tre finali degli Europei, quattro finali di Coppa Campioni/Champions League, una di Coppa Uefa e due Giubilei degli Sportivi.

Oltre a Roma, sono candidate per le gare del primo turno e quelle ad eliminazione diretta (Ottavi e Quarti) molte altre città: Baku (Azerbaijan), Minsk (Bielorussia), Bruxelles (Belgio), Sofia (Bulgaria), Copenaghen (Danimarca), Skopje (Fyrom), Monaco di Baviera (Germania), Londra (Inghilterra), Budapest (Ungheria), Gerusalemme (Israele), Amsterdam (Olanda), Dublino (Repubblica d’Irlanda), Bucarest (Romania), S. Pietroburgo (Russia), Glasgow (Scozia), Bilbao (Spagna), Stoccolma (Svezia), Cardiff (Galles). Londra e Monaco di Baviera sono candidate anche per le semifinali e la finale di Euro 2020.

Ultime notizie su Campionati Europei di Calcio

europei 2020 giugno 2021

Tutto su Campionati Europei di Calcio →