Rassegna stampa 13 ottobre 2014: prime pagine Gazzetta, Corriere e Tuttosport

Ecco come aprono oggi i quotidiani sportivi

La Gazzetta dello Sport propone in apertura l’intervista esclusiva a Silvio Berlusconi: il presidente rossonero spiega che l’obiettivo stagionale è tornare in Europa e che la squadra è da 7, mentre Inzaghi vale 8. Il patron del Milan parla anche del futuro, assicura che tra Galliani e la figlia Barbara c’è armonia; quindi ricorda che Balotelli fu acquistato contro il suo parere. Nel taglio alto la controrivoluzione che Conte adotterà per la partita dell’Italia contro Malta stasera: Pellè titolare, Pirlo a riposo, forse sostituito da Verratti. Si legge poi dell’infortunio al portiere del Crotone Secco, rimasto per 7 minuti senza conoscenza. Quindi i risultati della giornata di Serie B: Perugia sconfitto, al primo posto Frosinone e Avellino, mentre il Bologna vince e il Bari supera il Catania in trasferta. Nel taglio basso gli altri sport.

Il Corriere dello Sport apre con le parole polemiche di Buffon contro Totti: il portiere rimprovera al capitano giallorosso di aver fatto illazioni che fanno male al calcio. Nel taglio alto il dato statistico: l’Italia nelle qualificazioni europee ha perso una sola volta negli ultimi 10 anni. Centralmente la rabbia di Essien, che smentisce di avere l’Ebola, e la paura per l’infortunio al portiere del Crotone: per Secco ricovero in ospedale, non è grave.

Tuttosport assegna in apertura l’oscar di inverno a Tevez, votato da allenatori, dirigenti e presidenti di Serie A come il giocatore più decisivo; Romagnoli scelto come sorpresa di questi primi mesi. Nel taglio alto l’accoglienza festosa dell’Italia a Malta. Quindi la richiesta di sconto di squalifica di Glik del Torino e l’interesse del Milan per Gil, considerato il nuovo Thiago Silva. In chiusura l’exploit dell’Avellino, primo in classifica in Serie B e l’infortunio spaventoso al portiere del Crotone.