Juventus-Napoli: attenti a Benitez, re di Coppe

Alle 18.30 finale di Supercoppa italiana a Doha tra Juventus e Napoli. La sfida si vince a centrocampo.

Ci siamo: la Juventus di Max Allegri gioca la sua prima finale in questa stagione, a Doha, contro il Napoli. Gara secca, pronostico impossibile. Si gioca in uno stadio gioiello, ma dove la capienza massima è di 15 mila spettatori. Blindatissimo il ritiro partenopeo, con Rafa Benitez che si porta dietro la nomea di re di Coppe, avendo spesso portato a casa questi trofei.

Un po’ più serena appare l’atmosfera in casa bianconera. Forse anche per la classifica in campionato. O perché dalle parti di Torino non ci sono voci su possibili allenatori in partenza e allenatori in arrivo (si parla di Spalletti a giugno per il club di De Laurentiis). Allegri schiererà il 4-3-1-2 e in difesa si rivedrà Bonucci, dopo la squalifica scontata in campionato.

Tutti dentro i fantastici quattro del centrocampo dei campioni d’Italia. Sarà Arturo Vidal, sbloccatosi contro il Cagliari, a fare il trequartista dietro alla coppia Tevez – Llorente. Il Napoli fa paura in attacco, mentre appare vulnerabile in difesa. Il pericolo numero uno è naturalmente Higuain, ma attenzione alla possibile sorpresa Zapata, che spesso ha tolto le castagne dal fuoco a Benitez negli ultimi tempi.

Poi ci sono i vari Callejon, capocannoniere in serie A, Hamsik, che spesso contro la Juve si trasforma, Mertens. Giocatori veloci e scaltri che proveranno ad aprire la difesa juventina. E’ probabile, però, che la sfida del Qatar si decida a metà campo. Ed è qui che i bianconeri possono fare la differenza. Come due anni fa, quando la squadra di Conte vinse 4-2 contro il Napoli in finale di Supercoppa. Una finale piena di polemiche, con gli azzurri che disertarono la premiazione per protesta.