Serie A: i diritti TV al cinese dell'Atletico Madrid

Wang Jianlin, uno degli uomini più ricchi della Cina sta per comprare Infront, la società che gestisce i diritti TV della Serie A, per un giro d’affari annuo di circa 1 miliardo di euro. Dopo aver tentato di acquistare un pacchetto di quote azionarie della Roma, Wang è entrato da poco nella proprietà dell’Atletico Madrid, di cui ha rilevato il 20%. A quanto pare, però, la “conquista dell’Europa” non è ancora completa e secondo quanto riporta il ‘Corriere della Sera’, la trattativa per assicurarsi il controllo della trasmissione delle nostre partite in TV è vicinissima alla conclusione.

La società svizzera Bridgepoint, a meno di sorprese dell’ultim’ora, venderà Infront al gruppo di Pechino Dalian Wanda, a capo del quale c’è proprio Wang Jianlin. Dopo anni di battaglie tra i club e i due broadcaster principali (Mediaset e Sky), i diritti TV della Serie A saranno presto controllati dai cinesi, che molto probabilmente lasceranno al vertice di Infront Italia l’attuale “deus ex machina” Marco Bogarelli. La regia, però, sarà di Wang, secondo uomo più ricco della Cina con un patrimonio personale di 16,2 miliardi di euro e la più grande catena di sale cinematografiche al Mondo. Inserito nella classifica dei 100 uomini più ricchi al Mondo, Wang è un ex militare che di recente si è fatto conoscere anche in Spagna per aver rilevato il 20% delle quote azionari dell’Atletico Madrid per circa 45 milioni di euro.

HONG KONG-CHINA-STOCKS-PROPERTY-IPO

Ancora pochi giorni, dunque e la Bridgepoint di Philippe Blatter, nipote del presidente Fifa Joseph, cedere il 100% di Infront al cinese Wang, che punterà molto sul ramo italiano dell’azienda. Infront Italia, un tempo Media Partners, pesa per oltre un terzo del fatturato del gruppo e negli ultimi anni si è conquistata una posizione di “intoccabilità” sfruttando la legge Melandri-Gentiloni approvata nel 2008 oltre che il controllo dei diritti esteri tramite Riccardo Silva, ex socio di Bogarelli proprio in Media Partners.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail