La Fifa avverte il Qatar: "No alle naturalizzazioni facili dei calciatori"

L'organo del calcio vuole evitare l'effetto pallamano

Il rischio di trovarsi di fronte una Nazionale molto forte, ma composta da giocatori "scartati" dai rispettivi paesi di grande tradizione calcistica come Brasile, Argentina, Spagna (e perché no, anche Italia) non è da sottovalutare per la Fifa. L'organo calcistico mondiale vuole evitare nel 2022 "l'effetto Mondiale di pallamano", con la Nazionale di casa improvvisamente competitiva (ha perso solo in finale contro la Francia) grazie ad elementi provenienti da Bosnia Erzegovina, Francia, Spagna, Cuba e Montenegro. Nella pallamano, infatti, la norma è molto più elastica e consente agli atleti non convocati dalle loro nazionali negli ultimi tre anni di cambiare bandiera e gareggiare per un'altra nazione.

Joseph Blatter e la Fifa, già al centro di polemiche infinite per la discutibilissima scelta di affidare l'organizzazione del Mondiale ad un paese con molte incognite, tra cui il meteo, le tangenti e la sicurezza nei cantieri, hanno esplicitamente intimato al Qatar che non tollereranno le naturalizzazioni facili e a suon di dollari. Il prossimo 29 maggio a Zurigo, in occasione del 65° congresso, la Fifa eleggerà il nuovo presidente che resterà in corsa per il prossimi quattro anni.

Joseph Blatter, neanche a dirlo, sarà in corsa per il suo quinto mandato. Lo svizzero dovrà vedersela con un candidato insidioso come Luis Figo che di personalità ne ha da vendere. Blatter vorrebbe rinsaldare il credito e la fiducia dei suoi elettori storici e la prima mossa della sua campagna elettorale riguarda da vicino lo spirito di appartenenza ad un paese. La sua posizione sul "mercato delle naturalizzazioni" in cui il Qatar si è distinto nella pallamano, tuttavia, appare condivisibile:

"Il fatto che lo sport unisca dal punto di vista sociale non dev'essere sfruttato. Quanto accaduto nell'altro sport (la pallamano, ndr) ha raggiunto i limiti dell'assurdo. Il Qatar vanta 2,2 milioni di abitanti e ha l'occasione per allestire una formazione competitiva entro il 2022, ma ciò non può essere raggiunto se si procede con le naturalizzazioni".

FBL-GULF-CUP-KSA-QAT-BLATTER

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail