Lotito querela Iodice: OK con la clausola compromissoria

Claudio Lotito ha querelato il dg dell’Ischia Isolaverde, Pino Iodice. Il presidente della Lazio e consigliere federale, ha presentato la querela per diffamazione presso la Procura di Roma e la notizia non sembra aver fatto particolarmente felice, oltre Iodice, anche il dg della Juventus, Beppe Marotta, che qualche mese fa si vide negare dalla Figc la possibilità di querelare lo stesso Lotito dopo una frase offensiva nei suoi confronti. Secondo il legale del patron biancoceleste, la clausola compromissoria non sarebbe violata, poiché ci sarebbero in ballo “diritti lesi”, una situazione dunque differenze rispetto al precedente Lotito-Marotta. Ma le cose stanno realmente così?

Come riporta ‘Il Messaggero’, da sempre molto ben informato su quanto avviene dalle parti della capitale, Lotito ha già consegnato querela direttamente nelle mani del Procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone, tramite il proprio legale, l’avvocato Gian Michele Gentile. Alla Procura, ora, il compito di stabilire se ci siano o meno gli estremi per arrivare ad un processo. Pino Iodiche, dg dell’Ischia, aveva registrato una telefonata con Lotito, nella quale il patron biancoceleste e consigliere federale con delega alle riforme, parlava del suo peso nel ‘palazzo’. Secondo l’avvocato Gentile, Iodice avrebbe leso l’onorabilità del suo assistito con i giudizi espressi in seguito alla divulgazione della telefonata.

claudio lotito gaffe

Quanto alla clausola compromissoria, che vieta ai tesserati Figc di rivolgersi alla giustizia ordinaria se non mettendo a rischio sanzioni la propria persona e la propria società, il legale di Lotito si dice tranquillissimo:

"Noi riteniamo che ci siano dei diritti lesi e quindi di non violare alcuna clausola compromissoria. La denuncia è partita da Iodice, l'altro attore della vicenda può difendersi senza clausola compromissoria".

Si spiegherebbe così l’Ok del presidente Carlo Tavecchio, che ha dato l’autorizzazione a Lotito per sporgere querela nei confronti di Iodice. L’autorizzazione della Figc, sostanzialmente solleva la Lazio da eventuali penalizzazioni, ma innescherà una furente polemica, visto che al dg della Juventus, Beppe Marotta, lo stesso Tavecchio non consentì di querelare Lotito che aveva espresso nei suoi confronti giudizi lesivi alludendo ad un difetto fisico. La società torinese, che da tempo cerca il modo per procedere ugualmente nei confronti del patron biancoceleste, potrebbe cogliere la palla al balzo per affondare il colpo e avviare una vera e propria guerra legale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail