Juventus-Genoa le pagelle: Tevez, magia (ed errore)

La Juventus batte 1-0 il Genoa grazie a Tevez, che poi sbaglia anche un rigore.

E' ancora Carlitos Tevez, con una magia, a regalare alla Juve un altro pezzetto di tricolore. I bianconeri battono il Genoa, soffrono un po', sbagliano pure un calcio di rigore (l'ennesimo) con l'Apache, ma tengono di nuovo la porta inviolata. E sono a +17 sulla seconda, in attesa delle partite di stasera. Vediamo le pagelle dello Juventus Stadium:

BUFFON 6.5: Sicuro nelle uscite, regala sicurezza a tutto il reparto. Anche nel finale.

BARZAGLI 7: Il muro salva un gol a pochi minuti dalla fine. Che 'acquisto' per la Juve in questa ultima parte di stagione.

BONUCCI 6.5: Lanci anche di quaranta metri, nessun grosso problema dalle sue parti.

CHIELLINI 6.5: Il solo vero rischio per Buffon arriva da un suo buco nel finale. Ma per il resto, domina sui palloni alti come al solito.

LICHTSTEINER 6: Inizio così e così. Due volte Bergdych lo salta facilmente. Quando il genoano non spinge più, lo svizzero non rischia più nulla e prova anche a colpire.

PADOIN 6: Sta sulle sue nei primi 45', sale di più nei secondi. Sufficienza.

PEPE 5.5: Sostituisce Lichtsteiner negli ultimi 20'. Avrebbe un paio di occasioni per chiudere la partita con i suoi cross, ma entrambe le volte sbaglia la misura.

VIDAL 7: Il Guerriero gioca la seconda partita ad alto livello in pochi giorni. Segno che il problema al ginocchio è ormai alle spalle. Esce, però, zoppicando.

STURARO s.v.

MARCHISIO 6.5: Ordinato. Senza fronzoli. Anche questa volta, dimostra intelligenza tattica.

PEREYRA 6: Quando il Genoa cala un po', lui sale. Un paio di incursioni davvero niente male.

TEVEZ 7: Spacca la partita con il suo bellissimo gol, potrebbe chiudere dal dischetto, ma Lamanna è più bravo. Corre tanto, anche in difesa.

LLORENTE 6.5: Le sponde, i movimenti. Un'occasione. Insomma, pomeriggio di livello per Nando.

MATRI 5.5: Dovrebbe far salire la squadra, ma non ci riesce.

ALL. ALLEGRI 6.5: I suoi non sono decisamente ubriachi. E vincono ancora. Applausi per Max.

GENOA:

PERIN 6: Si fa male a fine primo tempo, molla dopo 7' della ripresa.

LAMANNA 7.5: Quasi a freddo, ferma Tevez dagli 11 metri. Lo aveva già fatto con Ljajic.

DE MAIO 7: Benissimo sia in difesa, sia in fase di spinta.

BURDISSO 6: Tevez gli sfugge una volta e sono guai. Ma in alcuni momenti sembra il giovanotto di qualche anno fa.

RONCAGLIA 5.5: Suo il fallo da rigore su Pereyra. Il peggiore della difesa.

BERGDICH 6: Mette paura alla Juve all'inizio, poi smette di spingere ed esce dal match.

EDENILSON 6: Non spinge come dovrebbe. Ma la sufficienza se la merita tutta.

KUCKA 6.5: A centrocampo porta i muscoli per la battaglia. E salva anche un'azione pericolosa.

BERTOLACCI 6: Nel primo tempo è probabilmente il migliore. Cala quando al Genoa servirebbe di più.

PEROTTI 6: Alterna ottime giocate a ingenuità. Potrebbe segnare, ma Barzagli gli strozza l'urlo in bocca.

NIANG 5: Torna quello grigio di Milano. Finché Gasperini, esasperato, lo sostituisce.

LESTIENNE 5: Davvero impalpabile la sua presenza.

BORRIELLO 6: Dà e prende botte, usa i gomiti e il fisico. Ma non riesce, da solo, ad abbattere il bunker bianconero.

LAXALT 6: Di sicuro meglio di Lestienne.

ALL.: GASPERINI 6: Propone un Genoa che se la gioca anche contro la capolista. Forse avrebbe potuto inserire prima Laxalt.

Tevez

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail