Catania: lo scandalo si allarga e sfiora la Serie A

Con il passare dei giorni l’operazione “I treni del gol” che vede al centro il Catania e la sua dirigenza, si arricchisce di nuovi retroscena. Secondo la ‘Gazzetta dello Sport’ di oggi, non tutto il marcio sarebbe venuto a galla, poiché nei prossimi giorni la bufera potrebbe coinvolgere anche altre società: gli investigatori vogliono vederci chiaro su alcuni episodi che riguarderebbero anche Carpi, Brescia e Cittadella. Si tratta di indiscrezioni giornalistiche, che ovviamente andranno supportate da prove: grossi dubbi li ha sollevati il pareggio tra Carpi e Catania (0-0), poiché ii bookmkers avevano eliminato la partita dal palinsesto per via di puntate anomale sul pareggio senza gol.

Secondo la ‘rosea’, il Carpi neopromosso in Serie A potrebbe essere inguaiato da una telefonata nella quale il direttore sportivo catanese Delli Carri, sostiene che Giuntoli (allora ds del Carpi, oggi al Napoli) "gli deve un favore". Qualora fosse provato che il pareggio senza reti, che sancì la matematica salvezza del Catania in Serie B, sia stato combinato, per il club modenese sarebbe penalizzazione in termini di punti nella prossima classifica di Serie A.

Carpi-Catania

Attenzione massima anche sul Brescia, retrocesso in Lega Pro e indiziato di essere ripescato in Serie B: in una intercettazione telefonica, si parla di un tentativo di combinare un 2-2 proprio tra le rondinelle e il Catania, poiché il risultato era pagato 19 volte la posta. La combine non si è consumata, secondo la Gazzatte, poiché Pulvirenti avrebbe fatto dietrofront, ma se venisse comunque accertata la complicità dei due giocatori del Brescia, sarebbero guai per il club lombardo. Fari puntati anche su Catania-Cittadella, finita 2-3 forse per favorire le scommesse. Desta sospetti, infine, anche una frase di Delli Carri sul Bari: "Noi facciamo palazzine in un modo, loro le fanno al contrario". Secondo gli investigatori, potrebbe fare riferimento al fatto che il Catania acquistasse le partite, mentre il Bari le vendesse.

  • shares
  • Mail