Roma-Lazio: Tare quasi alle mani con l'arbitro Tagliavento

La Lazio perde il derby contro la Roma e se ne torna a casa furente per l’arbitraggio di Paolo Tagliavento. I biancocelesti hanno ammesso i propri errori per bocca del tecnico Stefano Pioli, ma non hanno potuto non evidenziare che la gara sia stata sostanzialmente indirizzata dalla direzione di gara: il rigore a favore della Roma, concesso con il risultato ancora in bilico, è stata una decisione sfortunata di Tagliavento, visto che il fallo su Dzeko è avvenuto fuori area. Lo stesso allenatore della Lazio lo ha ribadito nella conferenza stampa post gara, ma Igli Tare ha cercato di fare di più già alla fine del primo tempo.

Secondo il racconto della ‘Gazzetta dello Sport’, il direttore sportivo della Lazio, Igli Tare, al termine del primo tempo è sceso negli spogliatoi per manifestare all’arbitro Tagliavento tutto il proprio disappunto per la decisione infelice. Qualcuno fa notare che con il direttore di gara in questione la Lazio sia particolarmente sfortunata, mentre la Roma sia particolarmente fortunata. Insomma, Tagliavento nel dubbio fischierebbe solitamente a favore dei giallorossi e a sfavore dei biancocelesti. I precedenti, probabilmente, associati all’ultimo clamoroso episodio, hanno così scatenato l’ira di Tare, che secondo i testimoni oculari sarebbe stato durissimo con l’arbitro.

Igli-Tare

Secondo la ‘rosea’ sono volate parole grosse e si sarebbe addirittura sfiorato lo scontro fisico. Ovviamente, è stato annotato tutto nel referto arbitrale e difficilmente Tare sfuggirà ad una pesante sanzione da parte del giudice sportivo. Nel post partita, poi, lo stesso diesse è stato invocato dai tifosi per un faccia a faccia, al quale non si è sottratto: i supporter biancocelesti hanno espresso la loro rabbia per il momento no della squadra, chiedendo un cambio di rotta al rientro dalla sosta per le nazionali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail