Milan, Suso: "Ci siamo sbloccati. Non vogliamo perdere con la Juve"

Dopo la vittoria sul Chievo Verona, il Milan spera di essere riuscito a voltare pagina. Non c'è però neanche il tempo di godersi questo risultato perché sabato a San Siro arriverà la Juventus di Allegri e sarà una partita che il Milan potrebbe affrontare con un po' di timore. Una nuova sconfitta avrebbe un impatto negativo sull'ambiente e forse qualche giocatore potrebbe accusare un po' troppo la pressione. Suso, protagonista assoluto a Verona con un gol e due assist, ha analizzato il momento della sua squadra: "Ci serviva questo successo per prendere fiducia, ora dobbiamo dimostrare di essere in crescita. Eravamo bloccati, questa vittoria ci dà fiducia. Contro la Juventus sarà importante non perdere, dovremo giocare da squadra. Può succedere di tutto, dovremo dare il 100% tutti. Giocando in casa sarà importante almeno non perdere perché penso che loro siano più forti".

L'obiettivo in casa Milan è quello di centrare la qualificazione in Champions League, viceversa la società ha già annunciato che ci potrebbero essere delle cessioni importanti. Suso, fresco di rinnovo, non sente la pressione sotto questo profilo: "Io ho rinnovato poco tempo fa, mi sento importante e nella mia testa c'è la voglia di restare al Milan a lungo. In più Fassone non mi ha detto niente a riguardo. Penso di aver dimostrato la mia crescita, ma voglio migliorare ancora molto. Gli avversari mi chiudono il sinistro e in allenamento sto studiando movimenti diversi, e con Kalinic stiamo lavorando a diverse soluzioni".

Contro la Juve al Milan servirà il miglior Suso. Lo spagnolo è pronto e si è concesso anche una battuta per stemperare la tensione: "Daremo tutto contro la Juventus e se segno a Buffon andrò a casa a piedi... anche perché abito a 50 metri dallo stadio...".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail