Calciomercato: sì di Higuain al Milan, si sblocca anche lo scambio Bonucci-Caldara

Tripla operazione di mercato sull'asse Torino-Milano

Sta per perfezionarsi una mega operazione di calciomercato tra Milan e Juventus: i rossoneri avranno Gonzalo Higuain e Mattia Caldara, mentre alla Juventus tornerà Leonardo Bonucci. Nicolas Higuain, fratello-agente del ‘Pipita’, ha incontrato ieri prima la dirigenza bianconera e poi fino a notte fonda il dt rossonero Leonardo. L’accordo tra le due società sarebbe stato raggiunto sulla base di un prestito oneroso da 18 milioni e diritto di riscatto fissato a 54 milioni. Sulla base di questi presupposti, la Juve eviterà di ascrivere a bilancio una minusvalenza.

Si attendeva solo l’ok del centravanti argentino, che sarebbe arrivato appunto nella notte: Higuain guadagnerà a Milano qualcosa in meno rispetto a quanto percepiva alla Juventus, ma troverà quello spazio assicurato che l’arrivo di Cristiano Ronaldo a Torino non poteva più garantirgli. Il sì dell’ex attaccante di Real Madrid e Napoli, però, sblocca anche un’altra operazione tra Juve e Milan: ossia lo scambio di difensori centrali.

Milan-Juve: scambio alla pari Bonucci-Caldara

Nel proficuo incontro di ieri, le due società hanno sostanzialmente concordato il pari valore di Caldara e Bonucci, che si scambieranno la maglia a titolo definitivo. Per il numero 19 - che avrebbe accettato un sostanzioso taglio di stipendio (da 8 a 5,5 milioni l'anno) - sarà il ritorno laddove aveva conquistato sei scudetti consecutivi, ma per riaverlo Beppe Marotta e Fabio Paratici sono stati costretti a sacrificare il 24enne ex Atalanta ritenuto dai più il futuro della nazionale, assieme al nuovo compagno di reparto Alessio Romagnoli. Una tripla operazione che fa molto contenti i tifosi del Milan, che ormai avevano scaricato da tempo il capitano venuto da Torino, mentre a giudicare dai commenti sui social network, quelli della Vecchia Signora non sono molto felici dell’ultima operazione del duo Marotta-Paratici.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail