Allegri: “Domani giochiamo contro la squadra più forte del campionato in uno stadio meraviglioso”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha risposto alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa di viglia della SuperCoppa.Ecco le dichiarazioni di Massimiliano Allegri nella conferenza stampa riguardante Inter-Juventus di domani sera. “Bonucci ha recuperato, Danilo ancora non si sente sicuro. Forse lo avremo a completa disposizione la prossima settimana o dopo la sosta. Domani gioca Perin in porta. Cosatti non voleva

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha risposto alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa di viglia della SuperCoppa.

Ecco le dichiarazioni di Massimiliano Allegri nella conferenza stampa riguardante Inter-Juventus di domani sera. “Bonucci ha recuperato, Danilo ancora non si sente sicuro. Forse lo avremo a completa disposizione la prossima settimana o dopo la sosta. Domani gioca Perin in porta. Cosatti non voleva farmi giocare neanche Chiellini… Ieri leggendo la Gazzetta dello Sport, era stonato il giudizio su Rugani che ha fatto una bella partita a Roma. Come al solito vengono attaccate le etichette ai giocatori. Ci tenevo a dirlo perché ha fatto molto bene, lui nei modi di difendere è tra i più bravi e poi come tutti ha i suoi difetti. Dybala non doveva giocare 86 minuti e vediamo come sta. Domani è una partita a sé, in uno stadio meraviglioso contro la squadra più forte del campionato che arriva in un momento esaltante”.

“Sarà una bellissima partita che non deve intaccare il nostro cammino qualsiasi sia il risultato. Domani dobbiamo giocare con entusiasmo e voglia e intelligenza cercando di portare a casa questa Supercoppa. Domani è una partita che può durare fino al 120° minuto quindi i cambi saranno importanti. Ddovremo essere bravi noi a mettere il bastone fra le ruote all’Inter. Noi dobbiamo cercare di raggiungere quelle davanti, poi l’anno prossimo vedremo. Dobbiamo essere bravi ad accorciare i tempi per provare a tornare a essere in lotta per lo scudetto. Ho sempre tenuto i rapporti con i vecchi dirigenti. C’è anche un lato umano non solo professionale, io rimango legato affettivamente alle persone. Condividi delle esperienze meravigliose, al Milan, con Cellino, alla Juve dove ora sono tornato. Con Marotta sono stati cinque anni meravigliosi. Ci siamo visti a pranzo a Milano ogni tanto, ho rapporti con Galliani che sento due volte a settimana”.

Ultime notizie su Inter

Tutto su Inter →