Le parole di Roberto Boninsegna, ex attaccante della Nazionale italiana, sulla finale Mondiale contro Pelé

Roberto Boninsegna, ex attaccante di Inter e Juventus, ha parlato a La Gazzetta dello Sport per ricordare la finale Mondiale del 1970 contro Pelé.

PAROLE«Della sua tecnica sapevamo tutto, era un giocatore completo, destro, sinistro, colpo di testa. Un’elasticità di gambe pazzesca. Ricordo che in pratica sul primo gol è andato in cielo a colpire la palla. E poi, ripeto, la personalità. Ricordo un episodio prima della partita: eravamo schierati e Burgnich lo guardava, lo guardava e lui gli disse più o meno: “Cos’hai da guardarmi? Mi devi picchiare?”. Non era certo uno che si faceva intimidire dai difensori. È stato il più grande? Io credo che non ci sia discussione. Pelé è stato unico, inarrivabile per tutti, anche per Diego».

L’articolo Boninsegna ricorda Pelé: «Inarrivabile anche per Maradona» proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 30-12-2022


Liverpool, Gakpo chiude Firmino? Klopp: «Per me assolutamente no»

Lazio, proseguono i contatti per Pellegrini: la situazione