Italia-Croazia, gara valida per le qualificazioni agli Europei 2016 e in programma domani allo stadio San Siro di Milano è a forte rischio rinvio. Sul capoluogo lombardo piove a dirotto e le condizioni meteo prevedono maltempo anche nella giornata di domani. Il terreno di gioco del Meazza non è praticabile: Croazia e Italia non si sono potute nemmeno allenare oggi, poiché il pallone nemmeno rimbalzava. A lanciare l’allarme è il commissario tecnico ospite, Niko Kovac, che ha detto chiaramente nella conferenza stampa della vigilia: “Con questo campo non si può giocare. Se la pioggia sarà domani come oggi, la partita sarà da rinviare”.

Dopo due giorni di tregua, dunque, il maltempo è tornato a tartassare la città di Milano. Disagi in tutta la città, dove in mattinata è stata registrata l’esondazione del fiume Seveso, nella zona nordest. Ad aggravare ulteriormente la situazione anche il Lambro, che sta creando non pochi problemi. Pioggia a catinelle e disagi anche a San Siro, dove lo stadio è stato sommerso d’acqua tanto da costringere i ct Conte e Kovac ad annullare le rispettive rifiniture. Qualora le condizioni del terreno di gioco migliorassero nella giornata di domani, ci sarebbero comunque enormi problemi di ordine pubblico.

Il pienone a San Siro non ci sarà di certo anche perché il maltempo renderà complicata la situazione relativa alla viabilità. Il meteo prevede un leggerissimo miglioramento per la giornata di domani, ma la pioggia, seppur non battente come oggi, dovrebbe continuare a scendere giù anche durante lo svolgimento della gara. La situazione sarà monitorata con molta attenzione a partire dalle prime ore della mattinata di domani, quando i delegati Uefa rimarranno a contatto con le due federazioni di Italia e Croazia per decidere il da farsi.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 15-11-2014


Calciomercato Inter: Mancini fa la lista della spesa

La figlia di Baresi accoglie Mancini: “Bentornato un c…”