Cagliari – Juve 2-0: Nenè e Matri affondano i bianconeri

Naufragio juventino in quel di Cagliari: i sardi si impongono con un netto 2-0, secondo stop di fila per la Juve dopo il tracollo di Bordeaux e settimana che si preannuncia nebulosa per Ciro Ferrara e i suoi ragazzi. Sabato l’Inter e tre giorni dopo il Bayern, non un buon modo per avvicinarsi a questi


Naufragio juventino in quel di Cagliari: i sardi si impongono con un netto 2-0, secondo stop di fila per la Juve dopo il tracollo di Bordeaux e settimana che si preannuncia nebulosa per Ciro Ferrara e i suoi ragazzi. Sabato l’Inter e tre giorni dopo il Bayern, non un buon modo per avvicinarsi a questi due importantissimi match, il ko in Sardegna apre scenari inquietanti e lascia l’Inter più che mai in testa alla classifica (ora sono 8 i punti di vantaggio dei nerazzurri sui rivali). Ma c’è stato un discreto Cagliari, cinico nei momenti decisivi, buon corridore, capace di infilare due volte Buffon con Nenè nel primo tempo e Matri allo scadere: il gol del brasiliano conferma le splendide qualità dell’ex Nacional, il raddoppio del lodigiano invece è arrivato al culmine di un contropiede fulmineo. Ai bianconeri mancano, però, due rigori (Tabellino e pagelleLe foto di Cagliari – Juve 2-0Il video di Cagliari – Juve 2-0).

Ferrara recupera Amauri, fuori Del Piero con Marchisio nell’insolito ruolo di mezza punta esterna; a centrocampo Felipe Melo in tribuna per scelta tecnica, ecco Poulsen insieme a Sissoko, in difesa la novità si chiama Molinaro al posto dell’altro acciaccato, Grosso. Allegri dà fiducia a Nenè che insieme a Jeda forma la coppia offensiva dei sardi; per il resto solito undici rodato che ben sta figurando in questo campionato. Come spesso accaduto a questa Juve targata Ferrara, nella prima frazione i bianconeri corrono meno degli avversari, paiono abulici e senza idee, subiscono le iniziative altrui. Colpo di testa di Nenè e due tiri dalla lunga di Conti, il Cagliari produce la Juve no. E alla fine va sotto.








Merito di Nenè che da fermo scaglia un bolide dai trenta metri, una botta che prende di sorpresa tutti e che va a finire dritta nel sette. Nella ripresa gli ospiti vogliono cambiare le sorti del match, testa bassa e un po’ troppo agonismo, le idee rimangono poco ma il baricentro sale di molto e il Cagliari indietreggia sempre di più. Gol annullato ad Amauri, poi Marchetti si erge a protagonista su una punizione di Del Piero (entrato al posto di Marchisio) e su un paio di tiri velenosi di Diego. Anche Molinaro sfiora il pari, quindi De Marco nega due rigori dubbi per falli su Amauri e Diego. E’ il massimo momento di sforzo per i bianconeri che vogliono a tutti i costi il pari: ecco quindi il contropiede di Matri, abile a saltare Cannavaro e a battere Buffon. A nulla contano le ultime due occasionissime per Del Piero e Diego, Juve flop in terra sarda.

Tabellino e pagelle

CAGLIARI-JUVENTUS 2-0 (1-0)
MARCATORI: Nenè al 30′ p.t., Matri al 44′ s.t.

CAGLIARI (4-3-1-2): Marchetti 7; Pisano 6, Lopez 6, Astori 6, Agostini 6; Biondini 5.5, Conti 6.5, Lazzari 6.5 (19′ s.t. Dessena 6); Cossu 6.5 (27′ s.t. Parola sv); Jeda 5.5, Nenè 7 (16′ p.t. Matri 7). (Lupatelli, Canini, Barone, Larrivey). All. Allegri.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon 6; Caceres 6.5, Cannavaro 5, Chiellini 6, Molinaro 5.5 (35′ s.t. Giovinco 6); Sissoko 6 (39′ s.t. Tiago sv), Poulsen 6.5; Camoranesi 5, Diego 5.5, Marchisio 5 (16′ s.t. Del Piero 6); Amauri 5.5. (Manninger, Grygera, Legrottaglie, De Ceglie). All. Ferrara.

ARBITRO: De Marco.
NOTE: spettatori 20.000 circa. Ammoniti: Sissoko, Jeda, Camoranesi, Cossu, Amauri, Lopez. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.




Le migliori foto di Cagliari-Juve 2-0