Drogba arriva a Istanbul e promette: "Voglio vincere la Champions col Galatasaray"

Alla fine Didier Drogba è sbarcato a Istanbul e ad attenderlo oltre ai massimi vertici del Galatasaray anche un bagno di folla ricolmo di entusiasmo: il formidabile attaccante ivoriano è a un passo dal risolvere insieme al club turco le beghe che ancora lo tengono flebilmente legato allo Shanghai, ma siamo ormai di fronte a formalità burocratiche riguardanti soprattutto alcune autorizzazioni dalla Fifa. Niente di così serio per non presentare Drogba, fresco di eliminazione dalla Coppa d'Africa insieme alla sua Costa d'Avorio contro la Nigeria, che arrivato all'aeroporto è stato subito brandito coi colori del nuovo club.

Le ambizioni della squadra allenata dall'Imperatore Fatih Terim non sono più una novità: per la prima volta nella fase ad eliminazione diretta della Champions League, contro lo Schalke 04 ha serie probabilità di passare al turno successivo, e con due frecce in più nella faretra rispondenti al nome di Wesley Sneijder e Didier Drogba, tentare l'assalto alla coppa dalle grandi orecchie non è un'eresia. Soprattutto se a sottolinearlo è lo stesso Drogba, già trionfatore l'anno passato nella competizione europea più ambita trascinando il Chelsea: "Sono qui per conquistare la Champions" ha chiarito subito.

"Arrivo in un grande club non solo turco, ma anche europeo e voglio vincere qui la mia seconda coppa. Credo che potremmo anche riuscirci" ha poi continuato l'ivoriano che appena messo piede sul suolo turco aveva invece detto: "Oggi ho incontrato Terim, ma ci conoscevamo già. Mi ha ricordato quando con la Costa d'Avorio ho giocato contro la Turchia. Per me questa è una nuova sfida, sono davvero molto felice, oggi parte una nuova importante fase della mia vita. Farò del mio meglio per questo club". Carismatico e scoppiettante di salute, Drogba sa di poter contare su una squadra comunque di livello:

"Sneijder è un grande giocatore ed è una grande occasione per me giocare con lui, è un giocatore che ammiro come anche Eboue. Conosco poi anche Elmander, Felipe Melo e Muslera".

La sfida di Unal Aysal al calcio europeo è cominciata: il presidente del Galatasaray può disporre di un patrimonio di circa 800 milioni di euro, il suo desiderio è arrivare sul tetto del mondo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: