Juve, fiducia in vista del Galatasaray: Mancini e Melo però promettono battaglia

Alla Juve basta un punto per qualificarsi agli ottavi di Champions: dovrà conquistarlo a Istanbul contro un Galatasaray che venderà carissima la pelle.

La vittoria di ieri della Juve sul Copenhagen ha consegnato alla squadra di Antonio Conte la concreta possibilità di passare agli ottavi di finale della Champions League: come è noto per andare avanti ai bianconeri basterà non perdere a Istanbul dove ad attenderla ci sarà un Galatasaray che giocherà alla morte per battere Tevez e compagni. Non sarà sicuramente una scampagnata di piacere, neanche un’impresa fantascientifica vista anche l’imbarazzante prova difensiva dei giallorossi nella doppia sfida contro il Real Madrid, 10 gol subiti in 180 minuti di cui quasi la metà giocati in superiorità numerica; eppure le insidie saranno dietro l’angolo, come sa bene Antonio Conte che, messa da parte la soddisfazione per la prima vittoria stagionale nella massima competizione continentale, ha tenuto a bada i facili entusiasmi mettendo in guardia i suoi da un possibile clamoroso scivolone alla Turk Telekom Arena:

“Ora ce la giocheremo in un ambiente molto caldo: è importante che sia tutto in mano nostra, che dipenda tutto da noi e che non bisognerà aspettare altri risultati. Per il nostro dna non possiamo fare calcoli, dobbiamo giocarci la partita e vincerla. Se saranno più bravi loro, li applaudiremo. Questa è una squadra che è nata, anche per mia volontà, per giocarsi la partita sempre. L’abbiamo fatto anche l’anno scorso in casa di Chelsea e Bayern o quest’anno a Madrid”.

Certo, i valori delle due squadre sono sotto gli occhi di tutti, a prescindere dal 2-2 dell’andata o dall’importanza della sfida da dentro o fuori che comunque si giocherà a casa di Drogba e soci; Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid che ieri li ha battuti con un grande secondo tempo, è sicuro:

“Ogni partita ha una sua storia, la Juventus ha più qualità ed avrà il doppio risultato a disposizione, ma giocare ad Istanbul non è mai facile. Meglio Juve o Galatasaray? La Juventus è migliore sotto tutti i punti di vista, sia come individualità che come gioco”.

Le motivazioni non mancheranno da ambo le parti, men che meno dunque al Galatasaray; Roberto Mancini ieri ha preso atto della disastrosa prova della sua retroguardia, confiderà in un miglioramente della fase difensiva e nell’apporto del suo pubblico per ribaltare i pronostici:

“Sono convinto che il fatto di dover vincere a tutti i costi la prossima partita contro la Juventus per passare al turno successivo sarà una cosa che ci potrebbe aiutare. Avremo sicuramente bisogno del grande sostegno da parte del nostro pubblico. Di sicuro però, avendo dei problemi dal punto di vista difensivo, dovremo migliorare molto sotto questo punto di vista”.

Felipe Melo, ex di turno e temperamento particolarmente caldo, ha parlato alla Radio Onda Cero, per il brasiliano il match contro la Juve non è per niente già deciso prima ancora di iniziare:

“Contro la Juve dovremo correre molto più di loro perché è una grande squadra, ma noi siamo sicuri di potercela fare a vincere e passare il turno”

.

Galatasaray – Juve è già cominciata.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →